menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Minerva, patto con Spada e commercianti. In campo il nuovo “Cantiere 73014”

Ufficializzata la nascita del movimento che potrebbe presentare due liste di riferimento per le Comunali. “Nuove idee per il rilancio della città”. Impegnati cittadini, professionisti, studenti, operatori turistici e commerciali

GALLIPOLI - Un ventaglio variegato di cittadini, professionisti, studenti, operatori e commercianti gallipolini pronti a spendersi per la città e formare almeno due liste civiche di riferimento per incidere nella contesa elettorale della prossima primavera. E che andranno a rinsaldare la coalizione in allestimento a sostegno della ricandidatura del sindaco uscente, Stefano Minerva. L’orientamento è tracciato. Nasce ufficialmente il “Cantiere 73014”, il nuovo movimento culturale e politico che si pone come obiettivo dichiarato “lo sviluppo della città in modo innovativo, sociale e sostenibile”. Il movimento, espressione di diverse categorie professionali ed economiche della città bella, sarà in campo con un paio di liste civiche di riferimento per le amministrative.

Tra le figure in campo sicuramente quella del presidente dell’associazione Commercianti e imprenditori di Gallipoli, Matteo Spada, così come altri esponenti del direttivo (il braccio destro Paolo Demitri in primis) sarebbero già pronti a lavorare ad un “nuovo progetto dinamico” di città. Ma come esplicitato dai referenti del sodalizio “la compagine, nata dall’espressione e dall’incontro di diverse personalità cittadine, non rappresenta esclusivamente una rete di imprenditori, ma una vera e propria unione di cittadini, professionisti, studenti, operatori e commercianti del territorio. Una fucina di idee e progetti che intende promuovere lo sviluppo sociale ed economico di Gallipoli”.

L’associazione, di recente costituzione, secondo quanto illustrato dai soci fondatori, è aperta a tutti, singoli cittadini o gruppi di persone “legate esclusivamente dalla passione per il proprio paese e al suo sviluppo in ogni ambito”. L’ambizione è diventare una piattaforma politica cittadina, creando un luogo ideale e fisico dove sia finalmente possibile far emergere le eccellenze autoctone, in termini di personalità ed esperienze. Un innovativo incubatore politico culturale che mira a dare consapevolezza agli elettori e soprattutto ai futuri amministratori.

“Si tratta di un gruppo unito nell’innovazione e nella volontà di crescere culturalmente nella visione di una città di tutti” spiegano in una nota i referenti di Cantiere 73014, “il gruppo, nato nei mesi scorsi, è al lavoro da diverse settimane per prepararsi alle prossime amministrative comunali, ma da anni vive la città nella sua interezza. Dallo sport al sociale, dall’imprenditoria turistica a quella commerciale, dal professionismo al volontariato. Si tratta di un atto d’amore verso la città di Gallipoli, rappresentata nel nostro simbolo dal codice 73014”. Tra i capisaldi tematici la consapevolezza di cosa Gallipoli può diventare, costruendo intorno alla figura del sindaco uscente Minerva, un rinnovamento della compagine politica alla guida della città.

“Crediamo fortemente che la politica debba ripartire dal coinvolgimento delle comunità, al fine ultimo di garantire un’azione amministrativa concreta ed efficace, opponendosi alla deriva di autoreferenzialità della politica negli ultimi decenni” concludono dal movimento. Dopo il Pd, i “Giovani con Minerva” e le liste in embrione “Con..Minerva”, lista Popolari con Minerva e Grande Gallipoli e un'altra lista ispirata dall’assessore Titti Cataldi, per il primo cittadino è tempo di allargare la coalizione con il nuovo “Cantiere 73014”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento