rotate-mobile
Novità politiche a Palazzo Balsamo / Gallipoli

Minerva punta al coinvolgimento. Assegnate le deleghe anche ai consiglieri

Nuovo decreto del sindaco per incentivare l’azione amministrativa. Per dieci componenti della maggioranza definite alcune aree di competenza per fornire supporto e spunti utili al primo cittadino e alla giunta comunale

GALLIPOLI - Era una delle prerogative che subito dopo la rielezione a guida della città di Gallipoli il sindaco Stefano Minerva aveva palesato: oltre alla definizione dei cinque assessori della giunta, maggiore coinvolgimento e visibilità operativa sarà fornita anche ai consiglieri comunali della maggioranza.

In tale direzione nei giorni scorsi, con apposito decreto, il primo cittadino ha inteso attribuire delle deleghe specifiche a dieci consiglieri su tematiche legate al territorio. Una ulteriore forma di visibilità e coinvolgimento per incentivare l’azione amministrativa.  

Nello specifico i consiglieri di Noi Giovani con Minerva, Gianpaolo Abate e Davide Boellis, si occuperanno rispettivamente delle tematiche legate al Pnrr e al Tempo libero ed eventi sportivi. Al consigliere dei Popolari per Gallipoli, Antonio Cataldi, assegnata la delega alle Politiche assistenziali, per Assunta Titti Cataldi (La Puglia in più) delega al Volontariato e Sistema crocieristico; Ugo Ghiaccio (civica E’ Giunta L’ora) delega a Cimitero, Gestione reti idriche, Padula Bianca e Gestione rete scolastica.

E ancora al consigliere di Agire Insieme, Cosimo Nazaro è stata assegnata la delega al Centro storico,  a Giancarlo Padovano (La Forza del Cuore) la delega al Piano parcheggi e Piano paesaggistico territoriale regionale, al capogrupo de “I Democratici”, Antonio Piteo delega ad Eventi, bagni pubblici e riqualificazione urbana e commerciale del Lungomare Galilei.

Le altre due deleghe sono quelle per il consigliere di Cantiere 73014, Matteo Spada che si occuperà di Politiche dei giovani, Politiche europee, Innovazione tecnologica e per Corrado Venneri (Grande Gallipoli) con la delega alle Consulte e Comitati civici.

“La scelta annunciata e ora attuata” spiega il sindaco Minerva, “verte verso una maggiore efficacia nello svolgimento del mandato amministrativo nonché per una migliore partecipazione dei consiglieri comunali all'attività dell’ente. Si è ritenuto utile avvalersi delle conoscenze detenute da alcuni consiglieri relativamente a specifiche materie proprie dell'attività politico-amministrativa”.

Entro il 28 febbraio intanto si può ancora aderire alla Consulta civica di partecipazione rivolta ai cittadini residenti. La consulta, come da regolamento, sarà composta da 17 membri, eletti dall'organo consiliare, e pone come obiettivo principale la partecipazione della popolazione all’attività? amministrativa del Comune.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minerva punta al coinvolgimento. Assegnate le deleghe anche ai consiglieri

LeccePrima è in caricamento