Sabato, 19 Giugno 2021
Politica

Gasdotto tra Melendugno e Mesagne: documentazione incompleta, avviso da rifare

Il ministero dell'Ambiente ha chiesto a Snam delle integrazioni per poi entrare nel merito della valutazione di impatto ambientale. L'opera è necessaria per la connessione del gasdotto Tap alla rete di distribuzione nazionale. che arriva nel Brindisino

@TM News/Infophoto

LECCE – L’istanza di valutazione del progetto di metanodotto per il collegamento tra Melendugno e Mesagne deve essere integrato.

Prima ancora della valutazione nel merito, la competente direzione generale del ministro dell’Ambiente ha avanzato due precise richieste a Snam Rete Gas senza le quali la procedura non può avere seguito: è necessario pubblicare un nuovo avviso al pubblico, secondo quanto disposto dalla normativa di settore, con la descrizione di possibili principali impatti ambientali, omessa nel primo avviso e integrare l’elenco di tutte le autorizzazioni con l’indicazione della fase progettuale nella quale ciascuna di esse va acquisita.

Il progetto in questione è denominato “Interconnessione Tap” perché servirà a portare fino alla rete nazionale di distribuzione - il terminale pugliese è nella città poco distante da Brindisi – il gas in arrivo dal Mar Caspio attraverso la contestata infrastruttura il cui primo cantiere dovrebbe essere aperto entro il maggio del 2016 e che prevede l’approdo sul litorale di San Foca, marina di Melendugno.

“Come ampiamente valutato dal Comitato No Tap il progetto di interconnessione Snam da Melendugno a Mesagne è un disastro”. Questo il breve commento del gruppo di attivisti che si oppongono alla realizzazione del gasdotto Tap e che nelle settimane scorse avevano segnalato una “curiosa” sovrapposizione tra il tracciato del metanodotto di interconnessione e alcuni focolai di xylella fastidiosa tra le province di Lecce e Brindisi, area interessata dalle eradicazioni degli ulivi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gasdotto tra Melendugno e Mesagne: documentazione incompleta, avviso da rifare

LeccePrima è in caricamento