"Il mio impegno per i diritti dei disabili": le iniziative del candidato Fina per Campi

Tra le novità del programma elettorale anche l'istituzione di un Garante dei diritti delle persone con disabilità. "La città del futuro dovrà essere a misura di tutti"

In foto: il candidato Alfredo Fina

Campi Salentina - La lista “Idea Campi” che supporta il candidato sindaco Alfredo Fina ha presentato il proprio progetto per la città del futuro.

Il programma elettorale è stato costruito anche grazie ai suggerimenti ed agli spunti offerti dai cittadini che hanno partecipato ai due incontri domenicali promossi dal candidato, già vicesindaco con la giunta Zacheo, e dalla sua lista.

Tra le varie priorità per Campi Salentina, nel programma è emersa un'idea sicuramente innovativa. Ovvero l’istituzione, a livello comunale, di un Garante dei diritti delle persone con disabilità, già previsto a livello regionale dalla legge numero 22 del 2015, ad assicurare la piena attuazione dei diritti e degli interessi delle persone con disabilità.

La figura del garante, lo ricordiamo, non è presente in tutti i municipi e il suo ruolo è quello di un vero e proprio difensore civico che si adopera per affermare i diritti delle persone con disabilità e vigila sul rispetto e l'applicazione delle leggi. Il suo incarico sarà di tipo onorario e a titolo gratuito.

“Preparare un programma elettorale che contenga tutte le idee per costruire la Campi del futuro è compito arduo – ha dichiarato il candidato sindaco Alfredo Fina -. Perché ci sono i sogni, le aspirazioni e poi c’è la realtà e quello che si può realmente fare. Noi abbiamo provato a costruire un programma delle cose realizzabili, di quei sogni e di quei progetti che, con impegno e ingegno, si possono attuare. Iniziamo a raccontare questo nostro programma, certi che il primo dovere che abbiamo nei confronti di noi stessi e nei confronti di tutti i nostri concittadini è il dovere della verità, senza inganno, senza false promesse. Facciamo quello che possiamo fare realmente, impegnandoci a fare sempre di più e meglio”.

“Vogliamo che la nostra città appartenga ad ogni singolo cittadino. Vogliamo che i diritti di tutti siano rispettati, che chi vive una condizione di marginalità e di vulnerabilità sia rimesso al centro, con l’impegno di ciascuno perché nessun diritto sia più un diritto negato”, ha concluso lui.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco in contromano, causa incidente con una vittima: conducente in arresto

  • Cade da un'altezza di dieci metri praticando il parkour: 16enne in gravi condizioni

  • Paura sulla statale: perde il controllo e si schianta contro guardrail e albero

  • Suv scorrazzano tra studenti e bagnanti. E si tenta di deviare lo sbocco a mare dell'Idume

  • Dalla perquisizione della vettura spunta la droga: coppia di fruttivendoli nei guai

  • Agenzia funebre nel mirino: data alle fiamme da ignoti, del tutto distrutta

Torna su
LeccePrima è in caricamento