Domenica, 1 Agosto 2021
Politica

Mobilità, Lecce giù nelle classifiche. Il Pd: "Quale futuro per i parcheggi ex Enel?"

Il segreteraio cittadino del partito prende spunto dalla nuova classifica italiana sulle città intelligenti stilata su iniziativa di "Forum Pa", per dire la sua sulla "criticità dalla mobilità urbana e l'eccessiva onerosità dei parcheggi"

LECCE – Prende spunto dalla nuova classifica italiana sulle città intelligenti stilata da I-City Lab, il segretario cittadino del Pd, Frabrizio Marra, per dire la sua sulla criticità del capoluogo salentino che emerge quando si parla di traffico e mobilità. Perchè se Trento e Bologna sono le città in testa alla classifica generale - e dopo di queste, ben distaccato (di quasi trenta punti), un gruppo di inseguitrici tutte racchiuse in dieci punti con Milano, Ravenna, Parma, Padova, Firenze, Reggio Emilia, Torino e Venezia -, bisogna arrivare al 52esimo posto per trovare Lecce e Bari (59esima). Fanalino di coda della classifica generale sono, ancora una volta, Siracusa, Crotone, Enna e Caltanissetta. Sai che soddisfazione.

"Rilevo con rammarico che a pochi giorni dalla denuncia del Pd leccese sulla criticità dalla mobilità urbana ed eccessiva onerosità dei parcheggi, la classifica per l'anno 2013 redatta da Icity Lab fotografa in maniera lampante quelle problematiche più volte sottolineate dal centrosinistra di Lecce”.

Aggiunge Marra in un nota: “Apprendiamo dagli organi di stampa di interventi faraonici programmati dal piano delle opere pubbliche per i prossimi due anni e, al di là di un obiettivo scetticismo sul rispetto dei tempi di realizzazione, avendoci i fatti più volte dato ragione, mi domando cosa abbia invece in mente l'amministrazione comunale riguardo alla morsa di traffico e conseguente inquinamento che attanaglia la città capoluogo”.

“Purtroppo di questi temi si parla puntualmente, ma senza alcuna risoluzione strutturale, nei periodi di maggiore criticità, ossia festività natalizie, pasquali e durante la stagione estiva, ma senza mai affrontare l'argomento con un'adeguata programmazione. Una domanda ad esempio che si pongono i leccesi, riguarda la fruibilità dei parcheggi dell'ex-enel, su viale De Pietro, all'epoca della loro progettazione, presentati in pompa magna come la chiave di volta dell'intasamento del centro cittadino ed oggi ancora senza una concreta prospettiva”. 

“Al di là delle operazioni spot sulle opere pubbliche – conclude nel suo intervento - ci chiediamo quali siano i progetti dell'amministrazione comunale in merito ad un sistema integrato di mobilità, considerando che di misure tampone ormai i leccesi sono stanchi. E' anche per questa ragione che nelle prossime settimane il Pd di Lecce, come più volte fatto in passato, metterà in campo una serie di proposte, per venire incontro  all'immobilismo della giunta, con la sommessa speranza qualche volta di essere ascoltati".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mobilità, Lecce giù nelle classifiche. Il Pd: "Quale futuro per i parcheggi ex Enel?"

LeccePrima è in caricamento