Martedì, 15 Giugno 2021
Politica

Monta la protesta contro il gasdotto e sul web nasce il comitato “No-Tap”

I cittadini di Melendugno e dei comuni limitrofi manifestano contrarietà all'infrastruttura che dovrà passare da San Foca e che sarà realizzata dalla multinazionale Tap. Sui social network parte la battaglia del comitato spontaneo

MELENDUGNO - Sempre più spesso la rete e il social network Facebook diventano i canali di sfogo e di aggregazione del malcontento generale. L'ultimo dei comitati costituitosi grazie alla rete è il “No Tap”, che richiamandosi ai “No-Tav” della Val di Susa, mette in guardia gli utenti sull’infrastruttura e sui possibili scempi ambientali derivanti ed insistenti sulle coste salentine, che si affacciano sull'Adriatico.

Il gruppo, nato da pochi giorni e con più di 900 membri, nasce con l’obiettivo di contrapporsi al progetto della Trans Adriatic Pipeline, che ha avviato martedì 24 gennaio un sondaggio marino al largo della costa di San Foca, con lo scopo di indagare e raccogliere campioni dal fondale ai fini di studio, lungo il possibile percorso del gasdotto che prevede di portare il gas dal Mar Caspio sino all’Italia meridionale.

“Un progetto folle – come sottolineano dal comitato - in un’area protetta. Il gruppo mira a coordinare una linea comune organizzativa al fine di evitare che lo scempio di compia”. La Tap, in una nota ufficiale, ha dichiarato di essere pronta a presentare la Valutazione d’impatto ambientale e sociale in Italia con un percorso più breve. Il nuovo tracciato prevede una sezione di 5 km sulla terra ferma, rispetto ai 22 km iniziali, e il cambiamento del punto di allacciamento alla rete nazionale tramite Snam Rete Gas.

Tale modifica si rifletterà nella prima stesura della valutazione d’impatto ambientale e sociale (Esia) la cui presentazione alle autorità italiane (Ministero dell'ambiente) è prevista nel febbraio 2012. Tap, intanto, continua la raccolta delle osservazioni e dei commenti dei residenti locali e di tutte le parti interessate, invitando la comunità a discutere la prima bozza del progetto in un incontro pubblico con i residenti, che si terrà a Melendugno, giovedì 16 febbraio, alle ore 17.30 presso il Nuovo Cinema Paradiso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monta la protesta contro il gasdotto e sul web nasce il comitato “No-Tap”

LeccePrima è in caricamento