Mercoledì, 28 Luglio 2021
Politica

Biglietti omaggio e agevolazioni: una mozione per eliminarli per sempre

La distribuzione dei blocchetti di ingressi per il luna park riservati all'amministrazione e destinati alla Caritas non sarebbe andata come nelle previsioni. E il vice presidente del consiglio comunale scrive al sindaco per risolvere la questione una volta per tutte

LECCE - Un divieto alla concessione di ingressi di favore, agevolazioni, biglietti omaggio. E' quanto chiede al sindaco di Lecce, Paolo Perrone, il vice presidente del consiglio comunale, Antonio Torricelli che, nella prossima seduta dell'assise cittadina, presenterà un'apposita mozione.

L'esponente del Partito democratico, intanto, ha scritto al primo cittadino sulla scorta di quanto sarebbe accaduto a proposito della devoluzione alla Caritas dei blocchetti per il luna park allestito nel piazzale Rozzi dello stadio comunale. Venerdì sera, un comunicato di Palazzo Carafa informava gli organi di stampa che, su decisione unanime dei capigruppo, era stato deciso di raccogliere tutti i biglietti omaggio per poi girarli all'ente diocesano. 

La versione di Torricelli è differente: "Un dipendente dell'ufficio Annona, invitava telefonicamente ed anche con sms tutti i 32 consiglieri a ritirare, nei limiti dell'orario indicato (19), quattro blocchetti, due per adulti e due per bambini, per un totale di circa 50 ingressi. Il sottoscritto - prosegue il vice presidente - ha ricevuto la telefonata alle 18.30 e di fronte alle mie rimostranze che ricordavano come nella commissione cultura e prima del periodo di ferie si era convenuto sull'inopportunità di usufruire di tali omaggi, riservandoli eventualmente ad associazioni di assistenza, l'impiegato insisteva sul fatto che i blocchetti erano riservati ai consiglieri e agli assessori e che, poiché nei tre giorni successivi gli uffici del Comune sarebbe stati chiusi, quelli non ritirati sarebbero ritornati della disponibilità dell'amministrazione". Torricelli avrebbe allora "invitato il dipendente a chiudere in una busta i blocchetti dei consiglieri di minoranza per poi consegnarli nella mattinata del 27 al capogruppo del Pd, Paolo Foresio, che li avrebbe quindi fatti pervenire a don Attilio Mesagne per la Caritas". 

La nota stampa del Comune di Lecce sarebbe arrivata solo un'ora dopo: circa 2mila biglietti sarebbero stati rastrellati tra consiglieri e assessori e devoluti in beneficienza: "Peccato che i consiglieri e tanto meno i capigruppo, sicuramente quelli di minoranza, nulla sapessero di tali decisioni- precisa Torricelli -. Morale della favola: qualcuno della maggioranza si è dato da fare e per mettere una toppa all'incresciosa situazione si sono recuperati solo una parte e solo ieri sera una quarantina di blocchetti circa, a dire del responsabile dell'associazione, oltre queli della minoranza, sono arrivati alla Caritas". 

Eppure, nonostante questa disposizione, di biglietti omaggio ne sarebbero circolati comunque tanti: "Bastava girare tra i divertimenti delle giostre in questi giorni, perché, ipocrisia a poarte, come diversi sono gli organismi interessati alle autorizzazioni di funzionamento e controllo, altrettanti sono i destinatari di centinaia di blocchetti e quindi forse sarebbe opportuno e necessario che fornissero - per evitare che siano sempre e soltanto i consiglieri i destinatari delle giuste attenzioni e critiche - dati e numeri precisi sui blocchetti omaggio emessi dai gestori". 

La lettera di Torricelli si conclude con la mano tesa al sindaco: "Converrà con me che non è più giusto gestire in modo così incerto e confuso questioni che investono diverse sensibilità ma soprattutto la dignità di tutta l'amministrazione civica e poichè ho sinceramente apprezzato il suo tentativo di avviare una definitiva e condivisa soluzione a queste imbarazzanti situazioni, mi farò carico di sottoporre alla valutazione del consiglio comunale una mozione che approvi il divieto a chiunque ottenga o utilizzi pubbliche concessioni e autorizzazioni dell'ente di emettere, a qualsiasi titolo, omaggi o facilitazioni a favore di chicchessia".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Biglietti omaggio e agevolazioni: una mozione per eliminarli per sempre

LeccePrima è in caricamento