Sabato, 24 Luglio 2021
Politica

Abbandono di rifiuti e deiezioni dei cani: per chi sgarra multe più salate

Con una delibera proposta dall'assessore all'Ambiente, Andrea Guido, la giunta comunale ha deciso l'inasprimento delle sanzioni previste dal regolamento sulla gestione dei rifiuti, soprattutto di quelle minime

LECCE – Multe più severe per chi non rispetta l’ambiente sul territorio comunale di Lecce. Lo ha deciso la giunta di Palazzo Carafa approvando la delibera numero 298 che prevede l’inasprimento delle sanzioni pecuniarie. Lo scopo, ha subito precisato l’assessore all’Ambiente, Andrea Guido, non è quello di far cassa ma di ridurre, attraverso la prevenzione e la deterrenza, l’abbandono incontrollato dei rifiuti e i comportamenti contrari alle regole della convivenza.

Per lo più sono state quadruplicate le sanzioni minime previste dall’articolo 80 del regolamento comunale: ad esempio, in luogo di una multa da 50 euro per la mancata pulizia delle deiezioni degli animali domestici, da oggi i trasgressori se ne vedranno comminare una da 200; per coloro che conferiscono i sacchetti nei contenitori sbagliati (ad esempio il vetro nella plastica), il rischio è di dover pagare almeno 100 euro e non più 25.

“L’adeguamento e il conseguente aumento delle sanzioni – ha fatto sapere Andrea Guido –  non è da leggersi come azione puramente repressiva, ma come strategia di prevenzione. Sono misure per assicurare la tutela igienico-sanitaria in tutte le fasi della gestione dei rifiuti. Assieme al mio staff informeremo la cittadinanza riguardo quelli che sono i corretti comportamenti, spesso non perfettamente conosciuti, di cui talvolta si ignorano le conseguenze negative. Faremo ricorso alle sanzioni, dunque, come ultima ratio nei confronti di chi viene colto in flagranza e soprattutto quando viene ravvisata la malafede del trasgressore”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abbandono di rifiuti e deiezioni dei cani: per chi sgarra multe più salate

LeccePrima è in caricamento