menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Cosimo Murri Dello Diago (Andrea Stella fotoreporter).

Cosimo Murri Dello Diago (Andrea Stella fotoreporter).

Lecce Città Pubblica ha un nuovo capogruppo: Cosimo Murri Dello Diago

Dopo le dimissioni di Patti, passato ad altro gruppo, tocca all'esperto avvocato assumere la direzione. Dal 2017 a Palazzo Carafa, è molto apprezzato anche dagli avversari per il modo in cui vive il confronto politico

LECCE - Il nuovo capogruppo di Lecce Città Pubblica è il consigliere Cosimo Murri Dello Diago. Padre di tre figli, è stato il più suffragato della sua lista, la più votata nelle elezioni del 2017, ed è stato poi confermato nel 2019 a Palazzo Carafa come esponente della maggioranza a sostegno del sindaco, Carlo Salvemini.

Dopo il passaggo di Pierpaolo Patti nelle file di una nuova compagine nel perimetro della maggioranza (Progetto città), tocca all'esperto avvocato assumere le redini del gruppo che fa diretto riferimento al primo cittadino e che comprende i consiglieri Natasha Mariano Mariano e Gabriele Molendini oltre a Silvia Miglietta e Rita Miglietta, che siedono in giunta.

Originario di Mesagne, ha fatto di Lecce il centro della sua vita sin dagli studi universitari: nel capoluogo salentino si è sposato, ha costruito la sua carriera professionale, ha avuto tre figli. Apprezzato anche dagli avversari politici per lo stile rispettoso e istituzionale, è un profondo conoscitore del tessuto sociale della città.

Di profonde convinzioni democratiche e progressiste, Cosimo Murri Dello Diago si ispira al cattolicesimo sociale, come testimonia un passaggio della sua presentazione "ufficiale" sul sito del Comune: "Dobbiamo smetterla di far prevalere gli egoismi, i personali interessi, il 'tirar l’acqua al proprio mulino' ed imparare, invece, a tirarla insieme perché tutti possano berla. Ognuno di noi ha il dovere di impegnarsi e partecipare alla vita pubblica, facendo proprio ilmessaggio di Papa Francesco che ha identificato la Politica come la forma più alta ed esigente della carità". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento