Venerdì, 30 Luglio 2021
Politica

Boc, dopo la condanna in aula Naccarelli sospeso dal Comune

Il provvedimento è stato firmato dal segretario generale, Vincenzo Specchia. Due giorni addietro il verdetto di primo grado nei confronti dell'ex dirigente del settore Finanziario, ritenuto colpevole di peculato, falso e abuso d'ufficio

LECCE – L’attuale dirigente del settore Casa del Comune di Lecce, Giuseppe Naccarelli, è stato sospeso dal servizio. Il provvedimento è stato firmato dal segretario generale, Vincenzo Specchia, alla luce della sentenza emessa due giorni fa dal Tribunale di Lecce

Naccarelli è stato condannato a 5 anni e 6 mesi per la vicenda relativa ai presunti illeciti relativi ad incentivi vincolati alla sottoscrizione dei buoni ordinari comunali, nel 2005, da parte del Comune di Lecce, di cui era allora dirigente del settore Economico e Finanziario. La sentenza di primo grado ha inasprito le richieste dell’accusa, ritenendo la sussistenza anche del reato di peculato oltre che di quelli di falso e abuso d’ufficio. Per Ennio De Leo, ex assessore al Bilancio, la pena comminata è stata di 4 anni e sei mesi di reclusione.

Secondo quanto riferito in una nota diffusa da Palazzo Carafa, “l’amministrazione comunale ha applicato la normativa vigente procedendo tempestivamente alla sospensione del dirigente dalle sue funzioni amministrative. La norma in questione stabilisce la sospensione dal servizio in caso di condanna, anche non definitiva, del dipendente pubblico in relazione ad uno dei reati indicati nell’articolo 3 della stessa legge” la numero 97 del 2001.

Al centro dell’indagine la liquidazione di premi pari a 684mila euro che, ritiene l’accusa, il Comune avrebbe versato agli imputati “in assenza di regolare impegno di spesa e senza adeguata copertura finanziaria”, procurando loro un ingiusto profitto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Boc, dopo la condanna in aula Naccarelli sospeso dal Comune

LeccePrima è in caricamento