Domenica, 20 Giugno 2021
Politica

Nardò Bene Comune, nuovo candidato sindaco: in campo Stefania Ronzino

L’assemblea del sodalizio neretino ha deciso per la candidatura identitaria dell’avvocato e ambientalista di lungo corso. Si allarga la platea degli sfidanti di Mellone

NARDO’ - Agli albori della stagione estiva la campagna elettorale neretina si arricchisce di una nuova candidatura alla carica di sindaco della città in alternativa al primo cittadino uscente Pippi Mellone e agli altri candidati già in lizza. Venuta meno per problemi personali la figura dell’avvocato Tony Falangone, proposta nel dicembre scorso, come candidatura dell’asse Nardò Bene Comune-Pd, ora il sodalizio di Nbc ha deciso per una nuova candidatura di riferimento e identitaria: quella dell’avvocato Stefania Ronzino in campo per le elezioni di ottobre 2021.

La professionista neretina, 52 anni, ambientalista di lungo corso, ha militato da sempre in associazioni politiche di sinistra. Sebbene abbia la passione per i viaggi, ama Nardò più di qualsiasi altro luogo al mondo, tanto da aver chiamato il suo cane Salandro. Sposata con l'avvocato Carlo Mancini, è mamma di Janeta e Simon.

L’assemblea di Nardò Bene Comune dopo mesi di riflessioni e confronti, avendo valutato con attenzione le vicende politiche relative alle prossime comunali, ha preso una decisione non semplice, ma in piena coerenza con la strada intrapresa ormai cinque anni addietro.

“A seguito del ritiro dell’avvocato Tony Falangone proposto da Nardò Bene Comune a dicembre scorso e appoggiato da tutte le forze di opposizione” spiega Gaia Muci, presidente dell'associazione politico-culturale “abbiamo atteso con pazienza e partecipato ai tavoli delle consultazioni, con la speranza che si procedesse con una candidatura unitaria dell'area democratica e progressista di Nardò”.

Alla luce della situazione attuale, ci siamo confrontati con tutti i soci attivi, sia fondatori sia nuovi amici che hanno scelto di percorrere con noi questo cammino di rinascita e abbiamo optato per una scelta di dignità. Ringraziamo Stefania Ronzino che ha accettato per noi questa investitura. Nei prossimi giorni renderemo pubbliche le linee semplici e chiare del nostro programma. Per tutte le altre forze politiche, che siano già in campo o che stiano ancora valutando il da farsi, la nostra porta è aperta”.

Si allarga dunque la platea degli sfidanti del primo cittadino uscente, Pippi Mellone (si vanno consolidando i suoi gruppi politici a sostegno e le civiche di riferimento da Andare Oltre, Movimento Libra, Nardò x Bene, Liberi Popolari, Noi per Nardò, Difendere Nardò, Pippi Sindaco di Tutti, Avanti Nardò, Obiettivo Comune).

In lizza oltre alla nuova corsa di Stefania Ronzino in quota Nbc, ci sono, tra candidature ufficiali ed annunciate, anche Pierpaolo Losavio (Svegliati Nardò, Impegno Civico x Nardò, Artigiani e Commercianti per Nardò, Lista Losavio Sindaco), Mino Frasca (Forza Nardò, Nardò Futura, Cambiamo per Nardò, Nardò Civica), Carlo Falangone (Futuro Comune, Nardò Progressista, Collettiva e Movimento 5 stelle), Giuseppe Cozza  (Officina Cittadina, Unione-Democratici e Popolari per Nardò). Resta congelata l’indicazione di Nardò liberal e dell’ex sindaco Marcello Risi sulla figura unitaria per il centrosinistra del manager neretino, Enzo Petraroli. Da quasi un anno anche l’ex assessore Maurizio Leuzzi si è detto pronto ad una corsa contro la “rivoluzione mancata” di Mellone.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nardò Bene Comune, nuovo candidato sindaco: in campo Stefania Ronzino

LeccePrima è in caricamento