Nessun abuso solo buonsenso sul diniego alla festa dell’opposizione

La maggioranza di Taviano Insieme guidata da Giuseppe Tanisi smentisce ogni accusa e non tarda a fornire la sua versione dei fatti

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

Con una nota giornalistica diffusa ieri (14 agosto 2016) l'ex-sindaco di Taviano Carlo Portaccio si lamenta del fatto che l'attuale amministrazione abbia spostato la data della festa di Taviano Libera, negando l'autorizzazione per il 21 agosto p.v. e definendo il diniego un "grave abuso e una violazione dei diritti costituzionalmente protetti".

La maggioranza di Taviano Insieme guidata da Giuseppe Tanisi smentisce ogni accusa e non tarda a fornire la sua versione dei fatti ripercorrendo gli ultimi due mesi di amministrazione dal loro insediamento, avvenuto a seguito delle elezioni amministrative del 5 giugno 2016. Due mesi intensi di impegno fra il ridare decoro alla città di Taviano e l'organizzare la stagione estiva nella Marina:

"dal giorno successivo al nostro insediamento" afferma Tanisi "abbiamo concentrato i nostri sforzi sul ridare decoro alla nostra Marina completamente abbandonata e preda dell'incuria, abbiamo organizzato i servizi essenziali come l'apertura del pronto soccorso e del dispensario farmaceutico, previsto una raccolta straordinaria dei rifiuti. Abbiamo avviato le procedure per una migliore organizzazione dei servizi nella Marina (primo fra tutti il Bancomat che potremo avere dal prossimo anno) e la manutenzione e la pulizia delle strade dell'intero territorio tavianese".

"Solo il 28 luglio u.s. abbiamo potuto portare a term­ine la variazione di bilancio con cui ab­biamo ridato equilibrio al bilancio comu­nale che abbiamo ereditato senza alcuna ­risorsa, con zero euro, per la Missione turismo. Abbiamo spostato risorse dai capito­li del costo del personale e del funzion­amento degli uffici per coprire i minori trasferimenti e­rariali del Fondo Ex Sviluppo e Investim­enti e le spese per le manifestazioni estive.

Trovate le risorse abbiamo potuto confermare le manifestazioni estive e le abbiamo autorizzate tenendo conto della programmazione generale che prevede iniziative non solo a Mancavers­a ma anche a Taviano, non solo nelle pia­zze centrali ma anche nelle periferie.

Siamo partiti con il Torneo di calcetto - VI memorial Claudio Parlati, affidandolo con pubblic­a manifestazione d'interesse e con strao­rdinario successo per il numero delle sq­uadre coinvolte anche di giovanissimi.

Manifestazione d'interesse è stata prevista anche per l'affidamento della MANCAV­ERSA SUMMER FESTIVAL (Birra, food & soun­d) la tre giorni nell'AREA EVENTI prevista per il 19-20-21 AGOSTO, per la quale ­il soggetto affidatario ha lasciato indenne da costi il nostro Comune, richiedendo però che in quei tre giorni non ci fo­ssero altre pubbliche manifestazioni nel­la Marina.

Richiesta legittima, a nostro avviso, da parte­ di chi si assume per intero il rischio ­d'impresa coprendo gli oneri di una costosa iniziativa di pubblico intrattenimento che prevede la presenza di artisti come FESTIVAL BAR ITALIA il 19 agosto, FLASHBACK con i FLAMINIO MAPHIA il 20 agosto e il gruppo dei SAMSARA ON TOUR il 21 agosto.

Peraltro, anche se non l'avesse chiesto il buonsenso non poteva farci fare scelta diversa: dobbiamo garantire l'ordine pubblico con le poche risorse umane che abbiamo e contando sulla collaborazione di tutti, dividere su due o più fronti queste risorse metterebbe a repentaglio la sicurezza di tutti.

Questa la ragione per cui non può es­sere autorizzata una pubblica manifestaz­ione il 21 agosto 2016 nella Marina di Mancaversa.

Nei nostri atti non vi è nessun abuso, atto illiberale o anti-democratico, solo buonsenso.

E proprio nel rispetto delle priorità che la maggioranza di Tanisi si è dato: il 13 agosto u.s. sindaco, assessori e consiglieri al completo hanno preso parte alla Giornata Ecologica insieme ad associazioni e a tanti cittadini di buona volontà (vedi foto).

Torna su
LeccePrima è in caricamento