Politica Galatina

Nessun "grande salto" per Antonica: "Resto sindaco"

Il primo cittadino di Galatina Sandra Antonica rifiuta la candidatura alla Camera dei Deputati e smentisce le ipotesi di dimissione: "Ringrazio tutti ma voglio rispettare il mandato dei miei elettori"

Al centro della foto, il sindaco Sandra Antonica

È durata qualche giorno la tentazione del "grande salto" per Sandra Antonica, sindaco di Galatina, corteggiata per una candidatura utile nella lista regionale del Partito Democratico per la Camera dei Deputati. Dopo alcuni giorni, dove non senza enfasi e caricature eccessive si erano inseguite voci di dimissioni, suggestioni su scenari futuri, supposizioni sui dubbi del sindaco in merito alla scelta, è la stessa Antonica a far quadrato su di sé e a spazzare ogni giallo da candidatura. "Non ci sono dimissioni, né provvisorie né definitive, da sindaco di Galatina" - dichiara con puntualità la prima cittadina galatinese, che spiega come le sia solo stata chiesta la disponibilità a candidarsi. Antonica ringrazia quanti l'hanno incoraggiata ad incamminarsi verso la strada del Parlamento e dichiara: "La gente vuole contare e non delegare a nessuno la selezione dei propri rappresentanti ad ogni livello istituzionale. E' questo il nuovo corso di Veltroni e del Partito Democratico". Quindi spiega: "Per quanto mi riguarda, resto dove sono perché avverto il dovere morale e politico di portare avanti il mandato amministrativo conferitomi dai cittadini. Ho preso un impegno con gli elettori ed intendo mantenerlo fino in fondo, attuando con determinazione il programma elettorale".

Fuori ogni dubbio, dunque: Sandra Antonica non si muove da Palazzo Orsini, che resta di fatto il suo "Parlamento" quotidiano. "Ciò di cui noi abbiamo bisogno adesso - afferma il sindaco - è di continuare a lavorare per perseguire gli obiettivi strategici della nostra Città, raggiungibili solo se viene garantita la stabilità amministrativa". Il sindaco fa notare come non abbia mai pensato di relegare gli interessi della comunità galatinese in secondo piano rispetto ad una ipotesi di carriera politica. E dichiara in conclusione: "Io sono una donna che fa politica grazie ad una legittimazione che le viene dal basso, direttamente dalla gente; è proprio in virtù di questo legame forte che scelgo di dedicarmi esclusivamente all'amministrazione ed alla crescita della mia Galatina".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nessun "grande salto" per Antonica: "Resto sindaco"

LeccePrima è in caricamento