Martedì, 3 Agosto 2021
Politica

Nessuna donna in giunta e quote rosa disattese. Opposizione passa all'attacco

L'assenza nell'esecutivo cittadino di Santa Cesarea di una rappresentanza femminile fa scattare il primo vivace confronto tra schieramenti. La minoranza: "Dal sindaco parole offensive alle donne". Chiesto il rispetto delle leggi

SANTA CESAREA TERME - Nasce sotto il segno della polemica sulle quote rosa la nuova legislatura al Comune di Santa Cesarea Terme: dopo il consiglio di insediamento del 15 giugno scorso, in cui il gruppo di opposizione "Continuità e sviluppo", guidato dall'ex sindaco, Daniele Cretì, criticava la mancata applicazione della vigente legislazione in tema di obbligatorietà del rispetto delle “quote rosa”, il sindaco Pasquale Bleve ha voluto motivare la scelta.

Ma sono proprie le spiegazioni a non convincere l'opposizione che parla di "maldestro tentativo di eludere le quote rosa in giunta", oltre che di "ridicole", "offensive" ed "illegittime" le giustificazioni addotte. In particolare, il sindaco ha chiarito che l'unica donna presente in lista (Paola Pispico, ndr), non avrebbe accettato la nomina, e che non si sono trovate figure alternative, in grado di ricoprire l'incarico.

Per il gruppo di minoranza, però, qualcosa "scricchiola": se, infatti, l'unica candidata ha rifiutato l'incarico, perché non sarebbe stata formalizzata questa rinuncia? Inoltre, Cretì e Sergio Bono ricordano che le quote rosa non siano una "facoltà", ma un obbligo di legge. Le dichiarazioni del primo cittadino, pertanto, "oltre a ledere la dignità umana - precisano - sono offensive nei confronti di tutte quelle donne che hanno riposto la fiducia nella sua persona, compresa la signora Paola Pispico".

"Vorremmo ricordarle - aggiungono -, che nel Comune di Santa Cesarea Terme ci sono ben 1431 elettrici e lei ha avuto il coraggio di scrivere e pubblicare che 'sussiste una oggettiva impossibilità di garantire il principio di pari opportunità': ciò non può essere assolutamente accettabile".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nessuna donna in giunta e quote rosa disattese. Opposizione passa all'attacco

LeccePrima è in caricamento