menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

“No” alla violenza. Torna la “Festa della legalità” dedicata a Melissa Bassi

Il centro antiviolenza "Renata Fonte" terrà la tredicesima edizione dell'evento, nel quale sarà assegnato il premio intitolato all'assessore neretina, vittima di mafia. Omaggio alla giovane vittima dell'attentato a Brindisi

LECCE – Sabato 26 maggio, torna la “Festa della legalità”, a Lecce, per ribadire il “no” fermo e deciso ad ogni forma di violenza e rilanciare l’attenzione alla cultura del rispetto della persona, basilare per una civiltà che sia veramente tale. Organizzata dal centro antiviolenza “Renata Fonte”, la manifestazione, giunta alla tredicesima edizione, non poteva non rivolgere un pensiero a Melissa Bassi, la giovane vittima del vile attentato all’Istituto professionale di Brindisi.

Maria Luisa Toto, presidente del centro, esprime tutto il proprio cordoglio, l’immenso dolore e la propria vicinanza alle famiglie delle vittime coinvolte nel terribile atto della scuola “Morvillo-Falcone”: “Simili episodi – sottolinea - ci lasciano sbigottiti, qualunque sia l’incomprensibile motivo che ha armato la mano dell’attentatore, non possiamo che dirci sdegnate per quanto accaduto”.

“La legalità – prosegue - è la fonte della vita. Ogni qualvolta questa venga violata ci troviamo di fronte alla sconfitta della società tutta, alla mancanza di rispetto nei confronti del prossimo. Una violenza inaudita che ci colpisce ad una settimana dallo svolgimento della tredicesima edizione della nostra manifestazione ‘Festa della legalità’, evento questo che ha sempre visto protagonisti gli studenti e le scuole e che quest’anno sarà vissuta con un sapore diverso, il sapore di chi ha perso una giovane ragazza, figlia della propria terra che andava incontro alla vita e a tanti sogni da realizzare”.

“Ci sentiamo di rendere omaggio – aggiunge - al ricordo di Melissa Bassi dedicando a lei la tredicesima edizione della ‘Festa della legalità’. A questo proposito abbiamo ritenuto opportuno invitare il sindaco della città di Mesagne, Franco Scoditti, e il presidente del consiglio comunale della città di Mesagne, Fernando Orsini, con preghiera di estendere l’invito alla famiglia di Melissa Bassi esprimendo il nostro sentimento di vicinanza e di solidarietà”.

La festa, che è la tappa conclusiva del progetto di educazione “La legalità e il suo senso – I colori dell’amore e della non violenza”, rivolto agli studenti delle scuole del territorio, vuole essere un momento di sensibilizzazione pubblica e di promozione della cultura della legalità e della non violenza, soprattutto tra le nuove generazioni, con l’obiettivo teso a sviluppare una coscienza democratica e ad acquisire una nozione sempre più profonda ed estesa del diritto di cittadinanza”.

Durante la manifestazione, che sarà condotta dalla giornalista Lucia Accoto, si svolgerà la cerimonia di assegnazione del premio centro antiviolenza “Renata Fonte”, conferito a persone che si sono particolarmente distinte nel promuovere e difendere i valori della legalità, della non violenza, della solidarietà, del rispetto della dignità della persona umana e che hanno, attraverso il loro impegno, contribuito a sensibilizzare l’intera collettività.

La cerimonia si terrà alle ore 10.30 di sabato nella sala monastero “San Giovanni Evangelista” (Via delle Benedettine-Lecce). Il premio sarà assegnato, per la sezione “istituzioni” alla consigliera Patrizia De Rose, capo dipartimento Pari opportunità della presidenza del consiglio dei ministri; per la sezione “società civile”, Angelica Bolognese, vittima della violenza intrafamiliare; il riconoscimento alla memoria andrà ad Agata D’Amico Cesari, prima donna che ha ricoperto la carica di ispettrice della Polizia di Stato presso la Questura di Lecce.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento