Domenica, 1 Agosto 2021
Politica

Provincia ridotta, ma raffica di nomine del commissario: insorge Partito democratico

Cosimo Durante, ex capogruppo nell'assise di Palazzo dei Celestini, passa in rassegna gli incarichi conferiti negli ultimi giorni da Antonio Gabellone, commissario nella fase di transizione verso nuove elezioni, probabilmente a fine settembre

Antonio Gabellone.

LECCE – L’ex capogruppo del Pd alla Provincia di Lecce, Cosimo Durante, attacca il commissario Antonio Gabellone per le nomine formalizzate oggi nell’ente oramai ridimensionato. Solo due giorni addietro, infatti, si è tenuto l’ultima assise a Palazzo dei Celestini e tutti i consiglieri sono decaduti dalle loro funzioni. Si è aperta la fase commissariale che traghetterà l’ente fino alle nuove elezioni – in programma probabilmente il 28 settembre – che però vedranno al voto solo i sindaci e i consiglieri comunali di tutti i comuni salentini.

L’esponente democratico parte dal decreto firmato ieri: “Se potevano essere scontate le riconferme del segretario generale, del direttore generale e del dirigente dei Servizi finanziari, destano non poche perplessità, viste le conclamate difficoltà finanziarie in cui versa la Provincia di Lecce, le altre nomine. Con propri provvedimenti, siglati tra ieri ed oggi, il presidente Gabellone, innanzitutto conferma due precedenti componenti del suo ufficio di staff, dei quali uno con il precedente lauto contratto, l’altro  a ‘titolo gratuito’, ma con un rimborso spese forfetario mensile di 300 euro. Non solo, il presidente Gabellone ha provveduto a conferire  l’incarico al nuovo capo di gabinetto nella persona di Antonio Del Vino, già consigliere provinciale uscente, a cui verrà corrisposto un compenso di 2mila euro mensili, che passa dalla delega alla Pubblica istruzione, ricoperta gratuitamente da consigliere provinciale, al nuovo incarico remunerato”.

Durante passa poi in rassegna gli incarichi conferiti oggi: “Con spirito di abnegazione il presidente Gabellone, inoltre, ha proceduto a nominare Giuseppe Cairo, Marco Casarano, Giorgio Salvatore Toma (effettivi) e Annunziata Fiorella Rocca e Maria Filomena Guida (supplenti), componenti del collegio dei revisori dei conti dell’Ambito territoriale di caccia della provincia di Lecce; Carlo D’Ippolito, Mauro Spagnulo (effettivi) e Rossella Leopizzi (supplente), membri del collegio dei revisori dei conti della Fondazione Ico Tito Schipa”.

Infine, il commento politico dell’ex capogruppo: “E meno male che questi ultimi mesi di ‘regno’ Gabellone sono e saranno solo per l’ordinaria amministrazione e per gli atti urgenti ed improrogabili. L’auspicio è che il 28 settembre 2014 - data quasi certa delle prossime elezioni provinciali - arrivi quanto prima, al fine di evitare che le casse della Provincia, nonostante i sacrifici dei cittadini che continuano a pagare le tasse imposte dal governo provinciale di centrodestra, diventino uno specchio, specchio nel quale si sta continuando ad ammirare, purtroppo per i salentini, il presidente Gabellone”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Provincia ridotta, ma raffica di nomine del commissario: insorge Partito democratico

LeccePrima è in caricamento