Mercoledì, 4 Agosto 2021
Politica

Nubifragio e inefficienze. Guido promette: “Risarciremo le persone colpite”

Il sindaco di Monteroni assicura che farà luce sulle responsabilità per i problemi verificatisi al manto stradale, ma ricorda l’eccezionalità dell’evento ed offre la propria versione dei fatti: “Si guarda solo alle negatività”

MONTERONI DI LECCE “Reattivi" ed "operativi" nonostante l’eccezionalità dell’evento. A tre giorni dal violento nubifragio che ha messo a dura prova il proprio territorio comunale, il sindaco di Monteroni, Lino Guido, torna a parlare e difende il proprio operato e quello del proprio esecutivo, pur non nascondendo le oggettive difficoltà causate dall’evento. Ma soprattutto assicura sulla volontà di trovare le eventuali responsabilità e di provvedere al rimborso delle persone colpite dalla calamità. Nei giorni scorsi, infatti, erano piovute dal cielo, oltre che gocce battenti, anche le lamentele dei cittadini, raccolte poi dall’associazione dei consumatori Codacons, per il dissesto delle strade, su cui si erano aperte voragini e crepe.

“Al termine della situazione di vera emergenza verificatasi nei giorni scorsi – esordisce il primo cittadino - a causa del violento nubifragio che ha colpito la nostra città, come è accaduto anche nell’intero territorio salentino, intendo esprimere  la mia personale solidarietà e quella dell’intera Amministrazione, ai nostri concittadini colpiti e danneggiati dalla valanga di acqua  riversatasi su Monteroni. Al contempo manifesto massima gratitudine al presidente ed agli uomini della locale Protezione civile che ci hanno affiancato fin da subito nell’affrontare l’emergenza aiutando i cittadini a svuotare dall’acqua cantine ed abitazioni”.

Guido precisa che sia il momento di dare coi fatti le risposte che i monteronesi attendono: “La giunta comunale – precisa -, su mia proposta, ha deliberato la richiesta dello stato di calamità naturale alla presidenza del Consiglio dei ministri ed alla Regione Puglia. Gli uffici stanno già predisponendo i moduli per la richiesta di risarcimento danni da parte delle persone colpite dall’evento atmosferico”.

“Ho convocato – prosegue - immediatamente una riunione con la ditta appaltatrice dei lavori di fognatura, i direttori dei lavori e i tecnici comunali per capire cosa sia successo e per individuare eventuali responsabilità che perseguiremo a norma di legge senza sconti per alcuno”.

“Detto questo – chiarisce -, come sempre, non prenderemo l’eccezionalità dell’evento, senza precedenti a memoria di più di qualche anziano, quale pretesto per giustificare alcune inefficienze verificatesi, ma saremo pronti ad assumerci le nostre responsabilità e a risarcire chi è stato danneggiato a causa delle buche e dei cedimenti stradali ma, al di là della facile ironia e dei titoli ad effetto, mi preme precisare che nessun lavoro riguardo al manto stradale era stato collaudato dai tecnici comunali e si trattava di interventi temporanei finalizzati a permettere una migliore viabilità ed evitare problemi con la polvere, croce di cittadini e commercianti dal momento che, l’appalto della fognatura, prevede la realizzazione dell’asfalto sull’intera superficie stradale interessata dai lavori”. 

Guido sottolinea l’evidenza di come in una situazione simile si tenda a notare maggiormente quanto accaduto in negativo rispetto “ad una nuova area mercatale, da poco realizzata, quella sì collaudata,  che ha retto alla perfezione al muro d’acqua riversatosi in quella zona”: “Ed è per questo – conclude - che esprimo massima fiducia e considerazione nei confronti dell’operato dei tecnici comunali. La stessa fiducia alla quale invito i cittadini perché, come altre volte, saremo capaci di rialzarci ed andare avanti aiutando chi è stato pesantemente danneggiato”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nubifragio e inefficienze. Guido promette: “Risarciremo le persone colpite”

LeccePrima è in caricamento