Politica

Le donne di Nuova Primavera insorgono contro il sindaco uscente Daniele Capone

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

la Donne della lista Nuova Primavera insorgono alle parole del Sindaco uscente Capone:
"I miei assessori femmine"


" Scandaloso e sconcertante che un sindaco uscente, quale Daniele Capone il quale millanta conoscenza politica e culturale, dall'alto del palco del comizio in cui promuove il candidato Sindaco Fabio Vincenti, si lasci andare a simili gaffe.. sempre che gaffe siano e non convinzioni radicate di misogenia occulta.." Queste le parole di Marianna Miceli, in corsa per un posto di consigliere per Nuova Primavera, la quale non riesce a nascondere la propria indignazione

.
A scatenare un vero e proprio effetto domino a scapito dell'incauto Daniele Capone è stata la seguente affermazione: " Alcune iniziative della mia amministrazione le devo ad un ASSESSORE FEMMINA. ho scelto di dare fiducia alle FEMMINE quando ancora non ero obbligato dalle quote rosa".


" Il professiore Daniele Capone,che ha aperto il comizio inaugurale della Lista Civica Surbo, con un vera e propria lezione di astrofisica, avrebbe forse dovuto documentarsi anche sulla giusta attribuzione e significato dei termini da usare nel suo discorso. Non sta a me insegnare la nota differenza tra DONNA e FEMMINA e quando è idoneo usare un termine e quando è opportuno usarne un altro, ma consiglio al nostro Sindaco uscente di rispolverare il vocabolario dei sinonimi e dei contrarii laddove si trovasse a corto di simbologie." commenta sarcastica Loredana Fasano, candidata per nuova Primavera

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le donne di Nuova Primavera insorgono contro il sindaco uscente Daniele Capone

LeccePrima è in caricamento