Lunedì, 20 Settembre 2021
Politica Piazza Giuseppe Mazzini

Nuovo look per piazza Mazzini, il bando pubblico con le idee di tutti

Il Comune, settore Lavori pubblici, promuove un concorso di idee con il coinvolgimento anche delle scuole elementari per individuare obiettivi strategici alla base della scrittura del bando che sancirà l'avvio lavori

Piazza Mazzini

 

LECCE – Che le richieste di partecipazione attiva dei cittadini sui progetti delle pubbliche amministrazioni, a prescindere dalle loro connotazioni politiche, siano sempre più numerose, è ormai un dato di fatto. Ed è se non altro una ammissione di responsabilità della politica sulla distanza sempre più vertiginosa che separa il Palazzo dal cittadino. E allora quale modo migliore per accorciare il gap? Il coinvolgimento diretto dei residenti, ma non solo, nella stesura del progetto, per esempio, di riqualificazione di piazza Mazzini. A Lecce zona off  limits, a parte gli acquisti diurni di scarpe, abbigliamento e accessori, quando è sera. Anche se la vivibilità durante il giorno non sia proprio il massimo, vedi traffico, penuria di parcheggi, verde poco funzionale e una fontana che getta acqua immersa nello smog. 2-241-14
 
Il Comune di Lecce, allora, settore Lavori pubblici, promuove un concorso di idee, con i coinvolgimento perfino delle scuole elementari, al fine di individuare gli obiettivi strategici, i principi ed i valori che saranno alla base della scrittura del bando che sancirà l’avvio dei lavori. “Bando – ha tenuto a dire questa mattina il sindaco Paolo Perrone nel corso di una conferenza stampa sul tema – che sarà reso pubblico dopo le elezioni amministrative del 6 e 7 maggio”.  L’amministrazione comunale, quindi, sceglie di scrivere con i cittadini, esperti, bambini,  il bando dei Lavori pubblici che trasformerà piazza Mazzini, segnando insieme nuove prospettive per il centro della città
 
4-110-7“Piazza Mazzini, il cantiere dei lavori, come costruire un bando con le persone”, è la chiave su cui sta ruotando il progetto, propedeutico, alla stesura dell’avviso che dovrà poi rendere pubblico l’amministrazione che verrà. Ed è in questo mese che si articola prevalentemente l’agenda di cantiere, con attività programmate a Palazzo Carafa, presso la elementare Cesare Battisti e negli spazi della galleria Mazzini. Ed è proprio qui che il prossimo 21 marzo, alle 16, apre il workshop dei “Valori pubblici”. Lì si incontreranno competenze del mondo dell’economia, della cultura, dell’ambiente e della società che elaboreranno scenari di futuro per piazza Mazzini. Poi, il 24 marzo, sempre nella galleria Mazzini, alle 16, incontro con i cittadini e i soggetti interessati alla definizione partecipata del bando pubblico. Infine, il 3 e 4 aprile, a Palazzo Carafa, la “Definizione partecipata per problemi”, ovvero la “definizione degli oggettivi generali e specifici, dei risultati attesi, dei criteri per gli indicatori di valutazione, a partire dai problemi generali e dagli ostacoli al raggiungimento della visione futura condivisa”.
 
C’è da aggiunge che in questi giorni 93 alunni delle quarti classi del Cesare Battisti stanno elaborando le prime visioni di futuro per piazza Mazzini. Si tratta di un adattamento originale per l’infanzia del metodo “Easw” (European awares scenario workshop), costruito dalla Comunità europea per lo sviluppo strategico dei territori. I bambini avviano i ragionamenti sul futuro dei valori pubblici partendo dal racconto della pubblica amministrazione sul presente di piazza Mazzini. 
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo look per piazza Mazzini, il bando pubblico con le idee di tutti

LeccePrima è in caricamento