Ocean Viking attracca a Taranto. Congedo: "Blocco navale in partenza"

La nave di Sos Mediterranee e Medici senza frontiere aveva a bordo 176 migranti, di cui 32 minori. Sul molo, intanto, due visioni politiche distanti

Erio Congedo e, poco distante, la Ocean Viking.

LECCE – L’arrivo nel porto di Taranto della Ocean Viking, la nave di Sos Mediterranee e Medici senza frontiere con a bordo 176 persone di cui 32 minori, è stato accompagnato da una parte dalle operazioni del sistema di accoglienza e assistenza predisposto dalla prefettura, dall’altra dalla presenza di due diverse e contrapposte visioni delle politiche migratorie: quella della giunta di Taranto, presente con un buon numero di assessori sul molo San Cataldo, dei sindacati e delle associazioni che hanno testimoniato la loro solidarietà; l’altra rappresentata da esponenti del centrodestra che hanno ribadito la loro netta opposizione a quella che definiscono “la politica dei porti aperti”.

C’erano alcuni parlamentari della Lega. “Solo nel mese di settembre – aveva scritto già ieri il senatore leccese Roberto Marti preannunciando la presenza della pattuglia del Carroccio -, il numero degli sbarchi voluti dal governo Pd-M5S ha superato quello degli ultimi 8 mesi, quando Matteo Salvini era ministro dell'Interno. Conte vorrebbe trasformare Taranto nella nuova Lampedusa ed Emiliano tace, ma noi non staremo in silenzio”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A Taranto vi era anche una delegazione di Fratelli d’Italia, guidata dal coordinatore regionale, Erico Congedo, anch’egli leccese. Dopo aver precisato di non voler mettere in discussione i valori della solidarietà, dell’accoglienza, della cooperazione internazionale, ha sottolineato la posizione politica del suo partito: “Le nostre frontiere, già malandate, non possono sopportare un'immigrazione incontrollata, indiscriminata, pericolosa, carente di misure per un'integrazione dignitosa. Per Fratelli d'Italia la soluzione resta una soltanto: blocco navale sulle coste dei Paesi di partenza, a cominciare dalla Libia”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza di 22 anni trovata morta in appartamento: è mistero

  • "La moneta da 1 euro non c'è più nel carrello". E lui chiama la polizia

  • Infezione da Covid-19: sono 56 i casi positivi nel Salento, 6 a Lecce

  • Cade dagli scogli in un punto impervio, ferito recuperato con l'elicottero

  • Covid, quattro casi e un decesso nel Leccese. Movida: controlli straordinari

  • Tragedia in ospedale: si lancia dal quarto piano, muore donna 73enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento