Operazione trasparenza bilancio civico

Sono 145.857 euro di spese per la segnaletica stradale a fronte di un incasso di 1.721.820 euro derivanti da multe per mancato rispetto del codice della strada. Ricordo che tali incassi dovrebbero prevalentemente essere investiti per la manutenzione delle strade e della segnaletica stradale.Questo e altro possiamo scoprire consultando il sito www.bilanciogallipoli.it

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

L’associazione Gallipoli Attiva presenta ai cittadini “bilancio civico”, un software in grado di assicurare maggiore trasparenza nell’interpretazione del bilancio comunale. Gallipoli Attiva ha intenzione di porre in essere tutti gli interventi necessari a far sì che il bilancio diventi un documento aperto a tutti. L’intento è quello di avviare un processo di progressivo coinvolgimento della cittadinanza nella comprensione delle decisioni che riguardano l’assetto del bilancio comunale in termini di entrate e uscite e di investimento e indebitamento. Grazie all’accesso agli atti in materia di bilancio fatto in precedenza dai soci di Gallipoli Attiva, ed al lavoro dei membri di Redde Rationem (dal latino: “rendi conto”, ma anche “resa dei conti”), un’associazione di promozione sociale, si è potuto adeguare il softweare al bilancio del comune di Gallipoli consultabile al dominio www.bilaciogallipoli.it Se il bilancio comunale ti sembra arabo e ti piacerebbe entrare nei minimi dettagli anche senza una laurea in materia ora puoi. Grazie alla soluzione www.bilanciocivico.it, basata su un software open source e pertanto gratuita, si può avere a disposizione un intero portale web personalizzato che semplifica la consultazione dei dati del bilancio comunale. Il software “Bilancio civico” è in grado di assicurare maggiore trasparenza nella gestione del bilancio comunale perché lo rende aperto a tutti, permettendo di coinvolgere la cittadinanza nelle decisioni del Comune in termini di entrate e uscite, ovvero di investimento e indebitamento. Lo strumento importa i dati del bilancio comunale rendendoli consultabili in modo facile e intuitivo, e consente a tutti i cittadini di entrare nel dettaglio di ogni singola voce tramite ricerche specifiche all’interno delle varie sezioni. Spese correnti, spese in conto capitale, spese per rimborso prestiti, spese per conto terzi ecc., tutto può essere controllato, con la possibilità di andare a consultare le cifre, ma anche il numero dell’atto e il soggetto beneficiario. Il bilancio è consultabile sotto vari punti di vista: si può infatti, dalla pagina home, avere subito un colpo d’occhio su tutto l’assetto economico del Comune, ma c’è anche la possibilità di esplorarlo in base a termini di ricerca, il tutto integrato da numerose soluzioni visuali che rendono più facilmente fruibili i contenuti del sito. Si tratta di una vera rivoluzione che mette nelle mani dei cittadini uno strumento per controllare la propria amministrazione molto più da vicino. Il progetto è nato dall’idea di tre trentenni toscani e col tempo è diventato il fulcro dell’attività dell’associazione di promozione sociale dal nome Redde Rationem (www.redderationem.org). Abbiamo messo in campo un vero e proprio strumento per la trasparenza. Incuriosirsi e viaggiare tra i dati che esso mette a disposizione può essere fonte di conoscenza e ci può preparare ad essere più responsabili nel rapporto con le istituzioni. Ora tocca a noi, adesso tocca ai cittadini!

Torna su
LeccePrima è in caricamento