Lunedì, 14 Giugno 2021
Politica

Dal 2017 obbligatori i defibrillatori nei lidi. Sanzioni severe per chi getta mozziconi

Incontro tra l'assessore regionale al Demanio, gli enti e le associazioni di categoria. Nei prossimi giorni l'ordinanza con tutte le disposizioni

BARI – Sanzioni più severe per chi getta mozziconi di sigaretta sull’arenile, ampia diffusione del numero verde a cui segnalare reati contro il mare e il demanio,  promozione per la dotazione di defibrillatori che, comunque, saranno obbligatori dal 2017.

Sono questi i temi principali dell’incontro tra l’assessore al Bilancio e Demanio, Raffaele Piemontese, le associazioni degli imprenditori balneari e gli enti e le associazioni interessate all’ordinanza regionale che sarà varata nei prossimi giorni: “Avevamo l’esigenza di innovare la normativa principalmente per incrementare gli standard di sicurezza sulle nostre spiagge – ha commentato l’esponente del governo regionale – e abbiamo voluto misurare l’impatto delle nuove previsioni con i protagonisti di uno dei settori trainanti dell’economia pugliese, alle prese con una fase di trasformazione molto difficile”.

I gestori degli stabilimenti balneari, circa mille e 500, possono aprire i lidi e consentire la balneazione tutto l’anno, ma devono garantire la presenza di bagnini oppure comunicare in maniera chiara e visibile l’assenza del servizio di salvataggio. Il dirigente di Arpa, Nicola Ungaro, ha garantito sull’efficienza dei controlli per il monitoraggio delle acque.

La Regione ha recepito la richiesta avanzata dall’Associazione per l’ornitologia e la gestione ambientale di confermare le norme a salvaguardia del fratino, una specie protetta di uccello trampoliere. Nell’ordinanza balneare in arrivo saranno quindi disposte norme a tutela della nidificazione del fratino (15 febbraio-15 maggio) e delle tartarughe caretta caretta (15 giugno – 15 ottobre).

All’incontro erano presenti il comandante della Capitaneria di Porto di Bari, il capitano di Fregata Alessandro Cortesi per la Direzione marittima, l’Agenzia Regionale per la Prevenzione e la Protezione Ambientale della Puglia,  l’Ufficio Igiene e Sanità dell’Asl di Taranto, Federbalneari Puglia, Fiba Confesercenti, Sib Confcommercio, Fiba Confesercenti, Assobalneari Puglia Confindustria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal 2017 obbligatori i defibrillatori nei lidi. Sanzioni severe per chi getta mozziconi

LeccePrima è in caricamento