Giovedì, 13 Maggio 2021
Politica

Ottavio Narracci nuovo direttore generale della Asl: un ritorno a casa

Il dirigente brindisino lascerà la guida dell'Asl Bat per sostituire Silvana Melli, spostata a Taranto. Era già stato direttore sanitario a Lecce ma ora la sfida è complessa

LECCE – C’è da rimettere in moto un piano di riordino sanitario che procede con lentezza, a causa di resistenze e intoppi. Ma non solo. La sfida che si apre per il nuovo direttore generale della Asl di Lecce, Ottavio Narracci, è complessa: la sanità salentina, come noto, fa i conti con i problemi delle liste d’attesa, la carenza di risorse e professionisti (principalmente infermieri e Oss), il trasferimento e la chiusura dei reparti ospedalieri, l’intasamento ciclico dei Pronto soccorso, le extra locazioni dei pazienti per la carenza dei posti letto.

Ma non solo: rimangono da completare il cantiere del Dea (dipartimento emergenza urgenza) al “Vito Fazzi” di Lecce ed il 4° lotto dell’ospedale “Francesco Ferrari” di Casarano. Molti progetti rimasti a metà, firmati dalla dirigente in uscita, Silvana Melli, passeranno nelle mani del suo successore che torna a giocare in casa: Narracci, classe ’59 originario di Fasano, professionista stimato nell’ambiente, sta per firmare il suo incarico alla guida degli uffici di via Miglietta a pochi anni di distanza dalla sua esperienza come direttore sanitario. Nel 2011, per l’esattezza, quando a capo dell’Asl di Lecce c’era Valdo Mellone.

Il governatore Michele Emiliano metterà quindi fine al toto-nomi che si era scatenato dopo l’annuncio dello stop imposto a Silvana Melli e che ha sorpreso gli addetti ai lavori. A due anni di distanza dal suo insediamento, e nonostante la mole di progetti sanitari avviati in poco tempo e il consenso ottenuto, la direttrice originaria di Taranto, in età pensionabile, proseguirà il suo incarico fino alla scadenza naturale del 2019. Sì, ma da un’altra parte, collaborando questa volta con Aress e Arpa nel Centro salute ambiente di Taranto.

Dirottata inizialmente sull’istituto tumori Irccs “De Bellis” di Castellana Grotte, ora la sua destinazione definitiva sembra essere quella di Taranto. Un ritorno a casa anche per lei. La Regione Puglia mette quindi un punto alla telenovela del cambio ai vertici della sanità pugliese, favorita dalla lungaggini burocratiche per il trasferimento della Melli.

Ottavio Narracci muove quindi un’altra pedina sullo scacchiere, lasciando scoperta la postazione della direzione generale della Asl Bat. A Lecce, salvo colpi di scena, dovrebbe mantenere l’attuale staff della direzione strategica, affiancandosi ad Antonio Sanguedolce (direzione sanitaria) e ad Antonio Pastore (direzione amministrativa) i cui contratti sono ancora in vigore.

Il dirigente brindisino potrà contare su una lunga esperienza alle spalle: è laureato in Medicina e Chirurgia con specializzazione in Ematologia generale e Igiene e Medicina preventiva; è stato anche direttore del distretto socio-sanitario di Fasano e direttore sanitario della Asl di Lecce per 4 anni, fino al 2015.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ottavio Narracci nuovo direttore generale della Asl: un ritorno a casa

LeccePrima è in caricamento