Sabato, 25 Settembre 2021
Politica

"Paolo Perrone aumenta le tasse e smentisce se stesso"

Marra, segretario cittadino del Pd, ha convocato il partito per discutere degli aumenti della tassazione locale. "La destra smentisce i proclami da campagna elettorale con ricaduta sui cittadini"

"Gli aumenti della pressione fiscale relativa ai tributi locali, annunciati qualche giorno fa dal sindaco Perrone, rompono con dei provvedimenti sicuramente non graditi ai leccesi, l'immobilismo che ha contraddistinto la Giunta Comunale per tutto il suo primo anno di mandato". Piccante il commento di Fabrizio Marra, segretario cittadino del Partito democratico, che proprio oggi ha convocato l'esecutivo del partito presso il coordinamento cittadino di Via Milizia. All'ordine del giorno proprio le "Iniziative del Pd leccese sugli annunciati aumenti della tassazione locale".

Tasse e balzelli sotto la lente, dunque. Già nei giorni scorsi era divampati qualche malumore e proprio dal Pd si erano levate voci di dissenso, tanto da indurre il primo cittadino di Lecce a convocare una conferenza stampa per motivare i provvedimenti e ricordare che nel capoluogo si paga l'Ici fra i più bassi d'Italia. (https://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=8121). Marra però tiene a sottolineare alcuni dettagli, che per il Pd non sono di poco conto. "Ricordo infatti - spiega -, le rassicurazioni dell'attuale primo cittadino e dell'onorevole Poli, attualmente suo vice e sindaco uscente, circa l'assoluta virtuosità dei conti pubblici a Palazzo Carafa, quando in campagna elettorale, denunciavamo le difficoltà finanziarie che emergevano dai bilanci, ad esempio della Lupiae Servizi, con inevitabili ricadute sulle casse comunali".

"Oggi - continua Marra - incominciano ad essere smentiti i proclami da campagna elettorale con una ricaduta pesante sulle tasche dei cittadini leccesi, che si vedono destinatari di aumenti indiscriminati e non giustificati da alcun miglioramento dei servizi offerti dall'amministrazione. Ritengo - conclude il Segretario del Pd - che la gestione di questi ultimi anni di amministrazione di centrodestra presenti ancora molti interrogativi, poiché allegre gestioni finanziarie e consulenze esterne a iosa non sono di per sé giustificabili da parte di un amministratore pubblico, ma lo sono ancora di meno quando per alimentare questi sprechi, si mettono le mani in tasca ai cittadini leccesi."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Paolo Perrone aumenta le tasse e smentisce se stesso"

LeccePrima è in caricamento