Politica

Parco di Belloluogo, il vice sindaco chiarisce: legittimo portarsi cibi e bevande

Un recente episodio ha sollevato polemiche: un gruppo di amici, durante un pic-nic, è stato redarguito. Nell'area ci sono due punti ristoro

LECCE – Pic-nic vietati al Parco di Belloluogo? La domanda si è diffusa sui social network con la segnalazione di un cittadino incappato nei giorni scorsi in alcune rimostranze per aver approntato un pranzo collettivo al sacco: nell’area verde, la cui gestione è stata affidata poco meno di un anno addietro al raggruppamento temporaneo di imprese costituito da Bios srl e Innovapul, ci sono due punti ristoro.

Dell’episodio è stato portato a conoscenza il vicesindaco, Alessandro Delli Noci, che è intervenuto con una nota: non esiste nessun divieto ma, per mettere le cose in chiaro definitivamente, si sta lavorando a un regolamento di fruizione che stabilisca, a beneficio dei cittadini ma anche dei gestori, cosa è consentito fare e cosa invece no. l'amminsitratore comunale ha anticipato che i pic-nic saranno espressamente consentiti, così come in genere l’introduzione di cibi e bevande. 

“Il Parco di Belloluogo è pubblico e appartiene ai leccesi- è scritto nel comunicato -. In quel luogo tutte le famiglie e tutti i cittadini sono i benvenuti e vige la più ampia libertà di vivere momenti di svago e convivialità, pur nel rispetto del decoro e degli altri frequentatori. L'idea che possano essere vietati pic-nic è falsa e non risponde minimamente all'impostazione che questa amministrazione intende dare alla fruizione di quell'area”. Insomma, l'affidamento a un privato non significa prescindere dalla libera e piena fruizione di un parco pubblico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parco di Belloluogo, il vice sindaco chiarisce: legittimo portarsi cibi e bevande

LeccePrima è in caricamento