Mercoledì, 28 Luglio 2021
Politica Via Vecchia Surbo

Parco di Belloluogo: ieri l'inaugurazione, oggi cancelli chiusi

Ad appena 24 ore dal taglio del nastro del primo lotto, i leccesi hanno trovato l'ingresso serrato. Tra gli "sfortunati", anche Carlo Salvemini. Carmelo Isola: "Affidiamo l'area ad una cooperativa di giovani"

L'ingresso del parco di Belloluogo.

LECCE - L'entusiasmo del primo giorno di vita del parco appena dato alla luce, è stato  offuscato dalla depressione post - partum. Un parco non si chiama così perché "parco" di visitatori. Questo, ai leccesi, risulta piuttosto chiaro. Una fiumana di residenti, incuriositi, ha infatti raggiunto le due entrate - la prima accanto all'ingresso del cimitero in via San Nicola, la seconda da via Vecchia Surbo -, forse incredula del fatto che anche una città come Lecce, possa ora vantare la presenza di un parco degno di chiamarsi tale. Ma è stato necessario fare dietro-front, ripiegando su altri parchi. (Quali?). Al neo-disservizio del neo-parco, si sommerebbe anche la mancata ombra. Poiché delle centinaia di alberi, appunto, neppure "l'ombra".

Appena ventiquattro ore dopo il taglio del nastro del primo lotto del nuovo parco cittadino di Belloluogo - avvenuto dopo cinque anni,  ieri mattina, alla presenza del primo cittadino, Paolo Perrone, dell'assessore ai Lavori pubblici Gaetano Messuti e di Domenico Laforgia, rettore dell'ateneo salentino -, l'area verde risulta già blindata. Il cancello è chiuso. Serrato. Invalicabile. Tra i malcapitati anche Carlo Salvemini, di Lecce Bene Comune, che così ha commentato sul suo profilo Facebook: "Ieri ho promesso a mio figlio che saremmo andati al parco. Per farlo correre e divertire e rompere la monotonia della villa comunale. E raccontargli che quello che avremmo visitato, il parco della torre di Belloluogo, è stato realizzato anche grazie all'impegno profuso quindici anni addietro da suo nonno (Stefano Salvemini, già sindaco di Lecce). Ma il cancello era sbarrato: ieri inaugurato davanti a telecamere, oggi chiuso".

Carmelo Isola, presidente uscente della circoscrizione "Rudiae Ferrovia" e candidato al consiglio comunale per l’Udc, non deve averla pensata diversamente : “Certamente, dopo un’attesa così lunga, l’apertura di un parco del genere è quello che ci voleva. Ma in mancanza di risorse pubbliche, e questo è evidente, potrebbe diventare una cattedrale nel deserto, messa lì come contentino nell’imminenza delle elezioni. Spero non sia così, ma intanto oggi è già chiuso”. L’esponente moderato ha una proposta per la gestione dell’area,: “Si potrebbe indire una gara pubblica per l’affidamento ad una cooperativa di giovani, inizialmente spinti da un fondo comunale, che possa aprire una ludoteca, un bar, attività insomma che possano creare le condizioni di un autofinanziamento”.

Dall'ufficio "Lavori pubblici" di Palazzo Carafa hanno fornito le motivazioni della mancata apertura del parco, nella giornata di oggi. ""Nella furia dell'inaugurazione, è mancato il tempo della pianificazione degli orari, - ha dichiarato la responsabile, Claudia Branca. "Da domani, gli orari saranno dalle 15 alle 20, nei giorni feriali. Durante le feste, invece, l'apertura sarà a partire dalle 9 del mattino, fino alle 20". Per il momento, quindi, i leccesi potranno svolgere l'attività en plein air solo nel meriggio. "Ci sono ancora alcuni mezzi - ha proseguito la dirigente- che hanno la necessità di transitare nell'area, per ultimare i lavori del secondo lotto, che si dovrebbero concludere entro la fine dell'anno". Alla richiesta di delucidazioni sulla gestione futura dei servizi interni, come il bar e le altre attività, Claudia Branca ha fatto sapere che sarebbe ancora "tutto in fase di definizione. Non sappiano ancora a quale società di servizi , o soggetti, verranno affidati questi incarichi".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parco di Belloluogo: ieri l'inaugurazione, oggi cancelli chiusi

LeccePrima è in caricamento