Politica

Traffico in tilt per le feste, troppe le auto: istituita quarta navetta per il centro

L'assessore alla Mobilità, Luca Pasqualini, difende il piano predisposto per conciliare le esigenze dei commercianti con quelle della vivibilità. Paolo Foresio, del Pd: "Esiste un problema di carenza di parcheggi, le corse in più sono un palliativo"

LECCE – Repliche alle critiche con i numeri l’assessore alla Mobilità Luca Pasqualini. Al centro del dibattito degli ultimi giorni le difficoltà registrate nella circolazione stradale in occasione del ponte per la festa dell’Immacolata: strade invase dalle auto, lunghe code e nervi di molti automobilisti saltati. L’amministrazione, come ogni anno, ha predisposto un piano del traffico che tuttavia è parso, alla prova del primo test, fallimentare agli occhi dell’opposizione cittadina che è arrivata a paventare una mozione di sfiducia per Pasqualini. E’ anche vero che anche da esponenti della maggioranza, ad esempio di Giampaolo Scorrano di Fratelli d’Italia, sono giunte considerazioni non propriamente entusiastiche.

L’esponente del governo cittadino espone i dati in suo possesso: “Il servizio navetta predisposto per questa iniziativa lo scorso 7 dicembre ha trasportato, nelle ore di servizio, ben 1.800 passeggeri che hanno scelto di arrivare senza l’uso del mezzo privato nell’area centrale e commerciale della città. Questo dato acquista maggiore rilevanza se si pensa che in tal modo si è potuto evitare di far arrivare in centro circa 700 autovetture”.

“Siamo ben consapevoli – prosegue Pasqualini - che in un questo periodo, con l’apertura di importanti cantieri, l’offerta di sosta è diminuita di circa 700 posti, anche se la capacità complessiva di sosta nell’area centrale rimane ugualmente consistente, intorno a 7.000 posti auto”. Intanto è stata predisposta un’ulteriore linea oltre alle tre già attive: “In particolare, nei giorni di chiusura al traffico, e cioè domenica 14 e domenica 21 dicembre, sarà attiva, oltre alla linea numero 3 (per il collegamento dei parcheggi ubicati all’ex Foro Boario, largo cimitero ed ex Carlo Pranzo, con il centro cittadino), anche la linea numero 4 che collegherà il parcheggio di via Bari (nuova area mercatale), quelli di Settelacquare e di Torre del Parco al centro cittadino, con frequenze variabili tra i dieci e quindici minuti.  In questo modo si vuole incentivare ulteriormente l’utilizzo del progetto ‘Natale in Bus’ coadiuvato dalle altre linee del trasporto pubblico”.

Alla scarsità di posti auto, tema non eluso da Pasqualini, si riferisce il capogruppo del Pd in consiglio comunale, Paolo Foresio che è scettico rispetto alla capacità risolutive del servizio pubblico: “L'abituale carenza di parcheggi, infatti, è peggiorata rispetto agli anni scorsi perché – ricordiamolo – il Carlo Pranzo è disponibile solo in parte per via dei lavori delle mura urbiche, l’ex Massa è inutilizzabile da tempo e, come è stato evidenziato nel caso di Settelacquare, i posti auto vengono sacrificati per un mini lunapark.  C’e, insomma, un problema parcheggi concreto che non si può risolvere solo incentivando le corse dei mezzi Sgm. È un palliativo, non una soluzione. So per certo che ci sono persone che sono venute dai comuni limitrofi per fare gli acquisti natalizi in centro e se ne sono tornate a casa dopo inutili giri nel caos senza trovare nessun parcheggio. Una situazione che già è grave di norma nei weekend, ma che, sotto Natale, raggiunge livelli insostenibili.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Traffico in tilt per le feste, troppe le auto: istituita quarta navetta per il centro

LeccePrima è in caricamento