Mercoledì, 4 Agosto 2021
Politica

"Patto di stabilità rispettato". Dal nuovo revisore dei conti parere favorevole

Il Comune di Porto Cesareo incassa la firma e la certificazione da parte di Giovanni Rausa, il nuovo professionista che occupa il posto di controllo dei bilanci. Ma resta la preoccupazione sui ritardi di presentazione al Ministero

PORTO CESAREO - Il patto di stabilità 2012 è rispettato. Il Comune di Porto Cesareo tira un sospiro di sollievo, apprendendo l'ufficialità della firma e della certificazione da parte del nuovo revisore dei conti, Giovanni Rausa, nominato (dopo estrazione a sorte effettuata dalla Prefettura) a seguito della revoca dell'incarico del suo predecessore.

Il nuovo revisore, nella mattinata di martedì 14 maggio, ha certificato il rispetto dei vincoli posti al patto di stabilità 2012. Da ricordare che la certificazione al patto di stabilità, entro i termini previsti dal Ministero e scadenti il 2 aprile 2013, era stata già sottoscritta dal sindaco e dal responsabile del servizio finanziario, ma non dall’allora revisore dei conti che aveva rifiutato di farlo con nota pervenuta all'ultimo momento.

L’amministrazione, sicura di essere nel giusto, di aver fatto e dichiarato bene i propri conti, determinata nel voler tutelare gli interessi dei suoi cittadini ai quali nel 2012 aveva chiesto grossi sacrifici in termini di pressione fiscale e riduzione dei servizi, ha prontamente agito in tutte le sedi opportune, provvedendo alla revoca del precedente revisore.

“Ora un risultato positivo è stato sicuramente raggiunto - affermano il sindaco Salvatore Albano e l’assessore alla programmazione economico-finanziaria, Paola Cazzella -, che è quello dell’aver scongiurato ripercussioni negative sul territorio in termini di drastica riduzione dei servizi a seguito di sanzioni che avrebbe potuto applicare il Ministero".

Ma non sarebbe finita qui. Di fatto il Ministero, a causa della mancata co-sottoscrizione del revisore in quella data, potrebbe considerare il Comune di Porto Cesareo tardivo nella certificazione del patto, con immediata applicazione della sanzione relativa al divieto di assunzioni. Questo vorrebbe dire, stando agli amministratori, l'impossibilità di assumere i vigili urbani stagionali e riduzione delle entrate relative al codice della strada: "Chiederemo al Ministero dell’Interno - spiegano - di entrare nel merito della questione e di esimere il Comune di Porto Cesareo da questa sanzione”.

Il documento economico finanziario verrà discusso il prossimo 30 maggio in consiglio comunale e successivamente posto ai voti per l’approvazione. A conclusione della sua relazione, il revisore dei conti ha attestato la corrispondenza del rendiconto alle risultanze della gestione, esprimendo parere favorevole per l’approvazione del rendiconto all’esercizio finanziario 2012. Dalla relazione emerge chiaramente che sono state effettuate tutte le verifiche previste per legge a carico dell’organo di revisione, corredate da numeri e schemi riassuntivi dei dati di Bilancio.

Confermata tra le altre cose la veridicità dell’avanzo di amministrazione pari a 867.454,45 euro vincolato a fini prudenziali per quasi 690mila euro. I conti quindi  a detta del nuovo organo di controllo dell'ente sono in ordine: "Queste verifiche - aggiungono Albano e Cazzella - ci tranquillizzano ancor più di quanto già lo eravamo nel merito alle scelte economico-finanziarie adottate dal nostro governo cittadino". Resta l’incertezza delle norme nazionali che rischiano di condizionare il Comune in materia di finanza locale, di investimenti e di erogazione di servizi. Certo è che daremo il massimo sperando di trovare collaborazione su tutti i fronti, anche da parte dei consiglieri di opposizione”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Patto di stabilità rispettato". Dal nuovo revisore dei conti parere favorevole

LeccePrima è in caricamento