Politica

Udc e Pdl: “Intervento M5S da irresponsabili, Vendola non ceda”

Salvatore Negro e Rocco Palese commentano la presa di posizione dei parlamentari del M5S sulla strada regionale 8, attesa da due decenni, ma oggetto di una vivace polemica: in molti temono un pesante impatto ambientale

Rocco Palese.

LECCE -  La presa di posizione del Movimento Cinque Stelle rispetto alla strada regionale 8 ha provocato la reazione dell’Udc e del Pdl che sino pronunciati con i rispettivi capigruppo.

“Nel Salento come a Roma – scrive Salvatore Negro, del partito di Casini - i grillini stanno fornendo un assaggio della loro irresponsabilità e superficialità nella gestione della cosa pubblica e sul modo di intendere lo sviluppo del territorio. È assurdo, dopo un iter burocratico durato venti anni, chiedere di fare marcia indietro sulla Regionale 8. Lo vadano a dire ai 300 lavoratori e alle loro famiglie che attendono l’apertura del cantiere per uscire dal pantano della cassa integrazione e tornare a respirare una boccata di ossigeno. Lo vadano a dire alle migliaia di automobilisti che oggi rischiano la vita a causa di una viabilità obsoleta e piena di pericoli”.

“Pur nel rispetto delle idee altrui, ci sembra che i parlamentari salentini non si rendano conto delle conseguenze nefaste legate alla richiesta di bloccare l’avvio dei lavori per la realizzazione della Regionale 8 – ha sottolineato il capogruppo Udc – Si può pensare ad un aggiustamento dell’opera ma non ad impedirne la realizzazione”.

“Ci sono voluti venti anni per arrivare a realizzare un progetto condiviso e che ha ottenuto tutte le necessarie autorizzazioni. Chiedere di fare marcia indietro nella realizzazione di quest’opera è irresponsabile e vuol dire mandare in fumo un investimento di milioni di euro che stanno per piovere sulla Puglia e il Salento.  Ci associamo a chi invita il presidente Vendola a non cedere al ricatto dei grillini perché in gioco ci sono molte vite umane e il futuro di tante  imprese e  centinaia di lavoratori e delle loro famiglie. Se questo è il nuovo modo di intendere la politica proposto dal Movimento 5 Stelle preferiamo continuare per la nostra strada, augurandoci che coloro che gli hanno accordato il consenso in questa tornata elettorale riflettano, prima che sia troppo tardi, sulla confusione e i danni che stanno generando”.

Non meno caustico Rocco Palese, del Pdl, eletto deputato nella ultime elezioni: “L’assurda presa di posizione dei grillini contro l’apertura nel Salento dei cantieri della strada Regionale numero 8 è solo l’antipasto di quello che avverrebbe se entrassero nel Governo dell’Italia: paralisi delle infrastrutture, cancellazione anche di quelle per cui stanno per aprire i cantieri, perdita di denaro pubblico, di lavoro e di occasioni di sviluppo per il territorio. Vendola non ceda ai ricatti dei grillini, prenda subito le distanze dalla loro posizione e ribadisca come più volte detto in questi mesi la volontà della Regione di aprire il cantiere”.

 “Con tutto il rispetto per le idee di tutti e anche per i parlamentari del Movimento 5 Stelle, non è ipotizzabile rimettere in discussione la realizzazione della strada che peraltro, come è stato ampiamente dibattuto, approfondito e deciso in questi mesi dalle strutture di tutti gli enti locali preposti, ha tutte le carte in regola e ha seguito un iter assolutamente trasparente, legittimo e valido anche nelle autorizzazioni ambientali. Non si perda altro tempo perché in questo caso perdere tempo significherebbe anche perdere lavoro, sviluppo e fondi pubblici e si apra subito il cantiere”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Udc e Pdl: “Intervento M5S da irresponsabili, Vendola non ceda”

LeccePrima è in caricamento