Politica

Per il secondo anno un campo sosta per gli stagionali

Provincia, Comune di Nardò e Prefettura ripropongono il progetto che la scorsa estate ha dato accoglienza ai lavoratori impiegati per la raccolta delle angurie. Tende per dormire e assistenza medica

Da sinistra, il sindaco di Nardò, Marcello Risi, il presidente della Provincia, Antonio Gabellone e l'assessore alle Attività produttive, Francesco Perrone.

LECCE - Anche quest'anno, nell'area della Masseria Boncuri messa a disposizione dall'amministrazione comunale di Nardò, verrà attrezzato un campo per accoglierei molti dei lavoratori - con permesso di soggiorno e contratto di lavoro - che saranno impiegati nella raccolta delle angurie. Secondo le stime e l'esperienza di una pratica oramai consolidata, il fabbisogno reale di manodopera si aggira attorno alle 500 persone mentre dovrebbero trovare ospitalità nella struttura almeno 200 di esse. L'immobile, che sarà una sorta di quartier generale, è stato ristrutturato dal Comune grazie ai fondi regionali ed è gestito dall'associazione Finis Terrae.

In passato, la stragrande maggioranza dei lavoratori, confluiti su Nardò e comuni limitrofi per la raccolta stagionale, ha sempre dormito per terra, nei campi, o nelle auto, senza che ci si organizzasse adeguatamente per fornire un adeguato sostegno logistico. Il fenomeno, ignorato o tollerato, ha quindi alimentato gli interessi della criminalità organizzata, da sempre molto attenta a gestire e a speculare sui flussi di immigrati, soprattutto se clandestini.

Dall'estate del 2010 invece (https://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=21265), la collaborazione tra Provincia di Lecce, Prefettura, Comune di Nardò ed associazioni, ha permesso di fornire una risposta per lo meno dignitosa seppur non ottimale e definitiva: un'area attrezzata con tende e brandine, bagni chimici, illuminazione più la disponibilità di posti letto all'interno della masseria per chi dovesse accusare problemi di salute. Inoltre sarà garantita dalla Asl la presenza continuativa di un medico.

"In questa occasione - ha dichiarato il presidente della Provincia, Antonio Gabellone, sono in gioco il rispetto della dignità umana e il dovere dell'accoglienza nei confronti di tanti lavoratori in cerca di cibo. Il fenomeno è rilevante a Nardò e ci è sembrato giusto iniziare da questo Comune affrontando i numerosi problemi: la protezione civile, l'assistenza sanitaria, la sistemazione logistica, la sicurezza nel rispetto della legalità". Alla conferenza di presentazione hanno partecipato anche il neo sindaco di Nardò, Marcello Risi e l'assessore provinciale alle Attività produttive, Salvatore Perrone.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Per il secondo anno un campo sosta per gli stagionali

LeccePrima è in caricamento