Politica

Per una notte “Notte Bianca” pulita e rispettosa. Appello di Guido agli esercenti

L'assessore all'Ambiente ha predisposto una serie di misure per mantenere igiene e decoro durante la kermesse che occuperà da sera all'alba il centro storico e non solo. Dalle 21 alle 24 visite guidate ai sotterranei del castello di Carlo V

Foto di repertorio.

LECCE – Non resta che confidare nella collaborazione degli esercenti e delle migliaia di persone che parteciperanno agli eventi in cartellone per la Notte Bianca. L’assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, ha predisposto una serie di misure operative per “limitare” i danni, ma è consapevole che il rispetto dell’igiene e del decoro della città dipenderanno fondamentalmente dal livello di senso civico dimostrato.

Tra le prime ore di domani sera, 24 aprile, e le prime della Festa della Liberazione, sono attese infatti migliaia di persone, tra spettacoli, mostre e concerti. E già questa sera sono in programma. in una vera e propria anteprima, diversi eventi lungo viale dell’Università.

Ispettori ambientali, referenti della polizia locale, guardie ecozoofile, operativi della protezione civile, ditte responsabili del servizio di igiene urbana, Axa ed Ecotecnica – garantisce l’assessore - saranno tutti in prima linea per far fronte alla eventuali emergenze, per gestire al meglio ogni situazione difficile e per effettuare ogni controllo di competenza”.

Guido ricorda che sono stati studiati provvedimenti ad hoc in deroga a quelli vigenti: “Oltre ad un simile spiegamento di forze, alla predisposizione di un piano strategico simile a quello già sperimentato in occasione degli altri grandi eventi leccesi, alla fornitura di ben 11 batterie di bagni chimici e all’allestimento di 15 isole ecologiche dislocate nei punti nevralgici, abbiamo chiesto e ottenuto in sede di giunta comunale la parziale deroga dell’ordinanza numero 248 del 2001, prevedendo l’anticipazione alle ore 20 dell’obbligo di somministrare e vendere bevande d’asporto unicamente in bicchieri di plastica o carta, pena un’ammenda pari a  309,88 euro per ogni esercente trasgressore”.

Variazione: castello Carlo V accessibile a 1 euro

L’organizzazione della manifestazione ha comunicato una variazione per quanto riguarda il castello di Carlo V: il maniero sarà fino all’1,mentre  il biglietto di ingresso costerà 1 euro invece che 3. Sono in programma visite guidate a sotterranei, di recente resi accessibili, ogni ora dalle 21 alle 24 a 3 euro invece che a 5.50.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Per una notte “Notte Bianca” pulita e rispettosa. Appello di Guido agli esercenti

LeccePrima è in caricamento