Venerdì, 24 Settembre 2021
Politica

Periferie, dalla Regione arrivano 4 milioni di euro

E' stata presentata nel primo pomeriggio, presso la sede provinciale del Partito democratico, l'iniziativa della giunta Vendola per la riqualificazione delle aree urbane. Progetti per San Pio e 167

LECCE - E' stata presentata nel primo pomeriggio, presso la sede provinciale del Partito democratico, l'iniziativa della giunta Vendola per la riqualificazione delle periferie e delle aree urbane, considerata dall'assessore Angela Barbanente la punta di diamante del progetto di governo.

La Regione Puglia, che per la prima volta si è dotata di una piano casa regionale, finanziato con circa 200 milioni di euro, ha approvato di destinarne 93 ai programmi per la riqualificazione delle città. "Con queste notevoli risorse - ha spiegato l'assessore Barbanente - saremmo riusciti a finanziare soltanto un terzo dei nostri programmi, in quanto al bando hanno risposto 122 comuni, di cui 61 salentini e, in particolare, 37 solo nella provincia di Lecce. Non volendo lasciare questa progettualità priva di realizzazione abbiamo utilizzato i Fondi Europei per lo Sviluppo Regionale, destinando ulteriori 122 milioni di euro al Pirp".

Il Progetto integrato per la riqualificazione delle periferie, come evidenziato dal nome stesso, integra risorse diverse, pubbliche e private. Questo effetto moltiplicatore del programma fa sì che, oltre i 215 milioni di euro investiti dalla Regione Puglia, ci sia un ulteriore investimento previsto di risorse di altri enti pubblici per 1 miliardo e 700 milioni.

"Tengo a sottolineare - ha precisato Barbanente - la funzione anticrisi che ha questo provvedimento, che attiva anche interventi privati ingenti, in una fase in cui c'è bisogno di stimolare l'economia verso delle forme innovative di intervento, puntando a migliorare sempre la qualità e l'attrattiva delle nostre città".

Per venire incontro a tutti i Comuni che non hanno ancora presentato un progetto, inoltre, è stata approvata la legge 21 del 2008, intitolata "Norme per la rigenerazione urbana", con la quale il Progetto integrato per la riqualificazione delle periferie diventa strumento ordinario della Regione Puglia. In questo modo chi non ha aderito avrà altre opportunità di farlo e la Regione finanzierà anche i progetti futuri.

In questi giorni è stata comunicata la notizia che la Regione ha recuperato anche i progetti scartati per difformità rispetto al bando regionale, come quello della città di Lecce, esclusa perché l'amministrazione ha presentato la delibera della Giunta anziché, come richiesto dal bando, quella del Consiglio comunale. Grazie all'utilizzo dei Fondi europei, però, saranno destinati alla periferia di Lecce 4 milioni di euro, che serviranno per intervenire nel quartiere Rudiae-San Pio, nella 167 e nelle zone alle spalle della stazione con la creazione di servizi, infrastrutture, arredo urbano e con la ristrutturazione delle abitazioni degradate.

"Il nostro intento - ha concluso l'assessore Angela Barbanente - è dare delle risposte concrete agli abitanti di questi quartieri degradati, che hanno visto nei Pirp una speranza di miglioramento della propria qualità di vita".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Periferie, dalla Regione arrivano 4 milioni di euro

LeccePrima è in caricamento