Politica

Capitale della cultura 2015. Ministero conferma budget di un milione di euro

Il sindaco di Lecce, Paolo Perrone, in qualità di vice presidente vicario dell'Anci, ha partecipato ad un incontro a Roma. Le cinque amministrazioni interessate possono dunque programmare la attività, ma anche investimenti in infrastrutture

Il teatro Romano di Lecce.

ROMA - Il ministero per i Beni culturali e il Turismo ha confermato lo stanziamento di un milione di euro per ciascuna delle cinque città nominate come capitali italiane per la cultura nel 2015. Lecce, Ravenna, Cagliari, Siena e Perugia-Assisi, che si sono dovute arrendere davanti alla proclamazione di Matera come Capitale europea per il 2019, posso quindi finalmente programmare su un budget certo l'organizzazione delle attività culturali e di quelle promozionali, ma anche piccoli investimenti in infrastrutture. 

Ne ha dato notizia, nel tardo pomeriggio di oggi, il sindaco di Lecce Paolo Perrone che nelle sue vesti di vice presidente vicario dell'Anci, ha partecipato al Tavolo permanente su cultura e turismo presso la sede del ministero. Erano diversi i punti all'ordine del giorno: risposte rassicuranti sono venute anche sul fronte del fondo di 3 milioni di euro per le attività culturali da realizzare nelle periferie. Per quanto riguarda l'istituzione dei cosiddetti poli museali cittadini, dove far convergere i contenitori statali e comunali, è stata annunciata una sperimentazione che riguarderà Torino, Firenze, Bologna, Modena, Ferrara, Parma, Assisi, Perugia e Bari.

Un altro tema affrontato è stato quello del trasferimento delle competenze delle Province per la parte che afferisce al settore culturale. Sulla questione è stato costituito un tavolo al quale prenderanno parte gli enti interessati, per cercare di evitare che musei e biblioteche provinciali restino a breve senza fondi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Capitale della cultura 2015. Ministero conferma budget di un milione di euro

LeccePrima è in caricamento