Il sindaco convoca riunione di maggioranza: attesa per la scelta del vice

Messuti e Monosi, in vista delle elezioni del 2017, temono una manovra che favorisca Erio Congedo

Paolo Perrone e il deputato Roberto Marti.

LECCE – L’unica certezza è la riunione di maggioranza, programmata per domani alle 10. Il sindaco, Paolo Perrone, cercherà di mettere un argine a quel fiume in piena che è il centrodestra cittadino e che sta rischiando di esondare.

Atteso il definitivo semaforo verde per l’avvicendamento in giunta tra Carmen Tessitore – indicata come tecnica in quota La Puglia Prima di tutto e che è anche vice sindaco – e Nunzia Brandi, già consigliera comunale ed esponente di Forza Italia.

Rientrato da Roma, il primo cittadino pare infatti deciso a chiudere la vicenda che negli ultimi giorni ha creato pericolose fibrillazioni nella sua maggioranza:  proprio ieri il commissario regionale di Fi, Luigi Vitali, ha disposto la nomina di Federica De Benedetto, vice coordinatrice pugliese, a commissario nel capoluogo salentino dove il gruppo dei forzisti si è spaccato tra coloro che, come suggerito da Vitali stesso, avrebbero preferito restare fuori dalla compagine di governo e chi invece – a partire dal coordinatore provinciale, Paride Mazzotta e dal consigliere regionale Andrea Caroppo – ha premuto per l’ingresso in giunta. 

Ancora incertezza per quanto riguarda la scelta del vice sindaco. Gaetano Messuti (Lavori Pubblici) e Attilio Monosi (Bilancio) sono gli assessori che hanno ricevuto il maggior numero di voti nel 2012. Entrambi, tuttavia, sono stati tirati in ballo da inchieste della magistratura – il primo per una vicenda relativa ad un pass auto per il parcheggio gratuito sulle strisce blu, il secondo per una questione che afferisce il delicato settore degli alloggi popolari – e non è pacifico che il sindaco si decida per uno di loro, sebbene le ultime indiscrezioni vedano Messuti in pole position.

Nè l'uno nè l'altro nascondono l’ambizione di volersi candidare per la successione all’attuale primo cittadino e per questo, nel rimettere la decisione a Perrone, hanno chiesto di non favorire il percorso ad eventuali concorrenti in vista delle amministrative del 2017: detto altrimenti, no alla scelta di Luigi Coclite (assessore al Contenzioso, Cultura e Marketing) come vice sindaco per non spianare la strada al consigliere regionale, Saverio Congedo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In virtù di questo stesso ragionamento, nemmeno l’eventuale indicazione di Alessandro Delli Noci (Innovazione tecnologica), appianerebbe le tensioni perché l’esponente più giovane del governo cittadino, che si tiene alla larga da indiscrezioni e conciliaboli, potrebbe essere il vero outsider della competizione interna al centrodestra. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ladri nell’alloggio della caserma, rubata pistola d’ordinanza con caricatore

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

  • Violenze durante il sonno, a processo il padre adottivo

  • Finanziamenti con documenti falsi, al terzo tentativo scattano le manette

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento