Politica

Perrone: "Mozione su Lupiae merito del centrodestra". E attacca il sindaco

Il consigliere di opposizione attribuisce a Salvemini la responsabilità di aver rischiato il naufragio della società partecipata fino al consiglio comunale

Paolo Perrone.

LECCE – La mozione votata all’unanimità dal consiglio comunale per la continuità aziendale di Lupiae Servizi è merito del centrodestra. Lo sostiene a chiare lettere Paolo Perrone in una nota stampa congiunta dei gruppi di opposizione.

“Il Consiglio comunale di ieri e la direzione che la vicenda Lupiae ha preso, certificano ancora una volta che è il centrodestra a tenere la barra dritta della città. L'impegno a salvare la Lupiae (con il rinnovo delle convenzioni di almeno cinque anni e l’impegno di spesa di almeno otto milioni di euro), non può che essere un risultato politico del centrodestra. Abbiamo fissato i punti fermi fondamentali di una vicenda complicata che i discutibili orientamenti di Salvemini stavano portando verso il naufragio”.

L’ex sindaco commenta poi l’annuncio di Salvemini di voler arrivare all’approvazione di due provvedimenti ritenuti fondamentali, a gennaio, per poi rimettere la palla al centro non considerando più il gruppo di Prima Lecce nel perimetro che sostiene il governo della città e attribuisce all’attuale sindaco tutte le responsabilità sulla delicata vertenza della società partecipata.

“Il primo cittadino fa bene a sentirsi in dovere di onorare gli impegni con i leccesi di portare al più presto in aula la manovra di riequilibrio pluriennale (che solo lui ha voluto) e di rinnovare le convenzioni con la Lupiae. Convenzioni che sono l'unico modo per portare in salvo una società che lui stesso ha posto in una situazione di fortissimo rischio. Oggi è più che mai evidente - ma noi lo diciamo da mesi - che del predissesto non c'era bisogno. Se solo Salvemini avesse ascoltato con buon senso e intelligenza i nostri suggerimenti, invece di proseguire a testa bassa in un vicolo cieco, oggi la situazione sarebbe molto diversa”.

“Saranno il sindaco, il management aziendale e i sindacati – conclude Perrone - a dover stabilire in che modo arrivare alla riduzione del fatturato, che in ogni caso, grazie all'ordine del giorno del centrodestra che ha messo tutti d'accordo, non potrà intaccare gli otto milioni. Nel frattempo speriamo vivamente che i 270 lavoratori della Lupiae abbiano ricevuto gli stipendi che attendono”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perrone: "Mozione su Lupiae merito del centrodestra". E attacca il sindaco

LeccePrima è in caricamento