Giovedì, 24 Giugno 2021
Politica

Il sindaco Perrone ai vertici dell'Agt: "Sospendete gli effetti del classamento"

Il primo cittadino, che già a novembre aveva scritto alla sede leccese dell'Agenzia del territorio, questa volta coinvolge, sulla scorta dei primi pronunciamenti della commissione tributaria la direttrice nazionale, Gabriella Alemanno

Paolo Perrone e Gabriella Alemanno.

LECCE – Sospendere gli effetti del classamento degli immobili. La richiesta, già inoltrata nel recente passato dal sindaco di Lecce, Paolo Perrone, all’Agenzia del territorio del capoluogo barocco, è stata rinnovata, oggi, con una lettera che ha preso anche la via di Roma, per finire nella casella postale di Gabriella Alemanno, sorella del primo cittadino di Roma, Gianni, direttrice nazionale dell’agenzia. I due si sono già conosciuti personalmente nell'autunno del 2010, quando Alemanno venne a Lecce per firmare un accordo sull'evasione tributaria.

A novmebre il responsabile leccese, Antonio Carbonara, opposeun diniego così motivato: “Si rileva che un procedimento amministrativo iniziato dalla pubblica amministrazione deve essere concluso mediante l’adozione di un provvedimento espresso e che, per il caso di specie, la sospensione non è prevista dalla normativa e la richiesta in oggetto non può essere accolta”. Cosa possa giuridicamente legittimare l’attesa di una risposta diversa è presto detto.

Perrone fa infatti riferimento alle recenti provvedimenti cautelari di sospensione degli avvisi di accertamento accordati da due sezioni della Commissione tributaria provinciale. In alcuni casi, sono state accennate anche delle motivazioni che fanno ritenere fondate le ragioni dei ricorsi, in attesa della discussione di merito. La prima è prevista il 16 maggio e solo pochi giorni dopo ci sarà l’udienza davanti al Tar dove pendono tre ricorsi. Inevitabile supporre che i giudici amministrativi non potranno essere del tutto insensibili alla posizione dei colleghi del ramo tributario.

Perrone argomenta il rinnovo della richiesta di sospensione: “Alla luce dei recenti provvedimenti cautelari emessi grazie ai quali sono state concesse dodici sospensive e sono state rigettare quattro istanze - sottolinea il primo cittadino - ritengo inutile continuare in defatiganti contenziosi che vedono, come ricorrenti, sia numerosissimi miei concittadini innanzi alla Commissione tributaria provinciale, sia diverse associazioni di consumatori che il Comune di Lecce dinanzi al Tar. Si tratta  di contenziosi che - come ha accertato la Commissione tributaria provinciale - potrebbero avere esito negativo nei confronti dell’Agenzia del Territorio”. 

Solo lunedì alcune associazioni hanno diffidato l’agenzia ad annullare tutti gli avvisi notificati e quelli in preparazione – si stima che interessino circa 60mila unità immobiliari – e dello stesso avviso sono Sportello dei diritti e l’avvocato Maurizio Villani, che hanno illustrato in conferenza il presunto errore matematico che di per sé vanificherebbe tutte le conseguenza della revisione degli estimi che, invece, se operativa, comporterà un aumento della rendita catastale in media del 20 per cento con effetti tangibili sulle tasche dei cittadini già del versamento dell’acconto Imu previsto per la metà di giugno.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sindaco Perrone ai vertici dell'Agt: "Sospendete gli effetti del classamento"

LeccePrima è in caricamento