Politica

Perrone eletto vice presidente vicario di Anci: “Ora cambiamo la legge di stabilità”

Il sindaco di Lecce, già membro dell'Ufficio di presidenza dell'associazione, è stato eletto al fianco di Piero Fassino, confermato presidente: "La mia nomina è anche un segnale di riequilibrio tra Nord e Sud. Continuiamo il confronto con il governo"

Attilio Monosi e Paolo Perrone.

LECCE – Il sindaco di Lecce Paolo Perrone è stato eletto oggi vicepresidente vicario di Anci, l’associazione dei Comuni italiani che ha visto riconfermato alla presidenza il sindaco di Torino, Piero Fassino. Il sindaco del capoluogo salentino faceva già parte dell'Ufficio di presidenza ed era stato delegato a trattare diverse questioni con il governo nazionale, tra cui la riforma delle sedi giudiziarie.

L‘elezione è avvenuta in occasione della XXXI assemblea annuale in corso di svolgimento a Milano, intitolata “Nel segno dell'Italia. I comuni disegnano il cambiamento”. Altri due rappresentanti istituzionali salentini sono entrati nel consiglio nazionale: si tratta di Attilio Monosi, assessore al Bilancio del Comune di Lecce e del sindaco di Squinzano Mino Miccoli.

Soddisfatto, naturalmente, il sindaco di Lecce, secondo quanto riportato dal sito ufficiale di Anci: “La mia nomina, di cui ringrazio il presidente Fassino e i colleghi sindaci, è anche un segnale di riequilibrio Nord-Sud all'interno dell'Anci. Ora non resta che continuare il confronto con il governo per cambiare la legge di stabilità che, così com’è oggi, è insostenibile per molti Comuni”.

“I tagli della finanziaria e il nuovo sistema di contabilità – ha proseguito Perrone – arrivano alla fine di un percorso 'lacrime e sangue' per i Comuni ma credo che il governo non abbia alcun interesse a mandarci in dissesto. Confidiamo, quindi, che la massiccia presenza dei ministri e del presidente Renzi ai nostri lavori possa essere l’occasione per rivedere questa manovra, magari cominciando con un percorso più graduale sull’armonizzazione dei bilanci che sì impedisce i malvezzi del passato ma che non può entrare di colpo in bilanci già fortemente in difficoltà”.

Apprezzamento per la nomina anche deputato, Roberto Marti, anch'egli di Forza Italia, che di Paolo Perrone è stato collega in giunta: “Paolo Perrone alla guida della vicepresidenza di Anci rappresenta certamente un valore aggiunto per tutti comuni del Sud Italia che potranno trovare nel primo cittadino di Lecce un valido punto di riferimento territoriale. Sono molto soddisfatto del percorso politico e istituzionale dell'amico Paolo e sono lieto che l'assemblea si sia indirizzata sul nostro sindaco, che già aveva dato prova della sua competenza all'interno degli organi Anci. Questa nomina, che posiziona Paolo Perrone al fianco del presidente Fassino, rappresenta il risultato positivo della fiducia e delle aspettative che l'onorevole Fitto e tutti noi avevamo riposto in lui. Oggi il Mezzogiorno ha qualcuno su cui poter contare per trasferire e rappresentare le sue istanze all'interno di Anci”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perrone eletto vice presidente vicario di Anci: “Ora cambiamo la legge di stabilità”

LeccePrima è in caricamento