Sabato, 18 Settembre 2021
Politica Guagnano

Un Piano per evitare il fotovoltaico e l'eolico selvaggio: la proposta di Legambiente

Il circolo "Legambiente Futuro Verde" ha chiesto alle amministrazioni dei Comuni di Salice Salentino e Guagnano di affrontare questo argomento: "I due territori presentano molte affinità"

Foto di repertorio

GUAGNANO - Il circolo "Legambiente Futuro Verde" ha avanzato una proposta ai Comuni di Salice Salentino e Guagnano relativa all'adozione di un piano intercomunale per contrastare il proliferare selvaggio degli impianti eolici e fotovoltaici.

Più nel dettaglio, l'associazione ritiene necessario adeguare le normative urbanistiche locali alle reali esigenze dei territori, rispettandone quindi la vocazione agricola e i vincoli paesaggistici.

Per adottare un Pug intercomunale adeguato, poi, è necessario intraprendere un'analisi conoscitiva e uno studio di fattibilità. I due territori comunali presentano infatti molte affinità: hanno la medesima vocazione vitivinicola, paesaggistica, logistica e infrastrutturale.

“Una pianificazione congiunta – spiega Legambiente – non solo potrebbe superare anche eventuali controversie nelle zone di confine, ma potrebbe addirittura elaborare strategie comuni di carattere socio-economico, rigenerazione del partimonio storico-culturale, ambientale, agricolo ed energetico”.

L'associazione ha inviato una lettera ai sindaci e ai consiglieri dei due Comuni chiedendo di affrontare questo argomento nei prossimi Consigli comunali.

La premessa di questa richiesta è nella sentenza con cui il Tar della Puglia sul progetto eolico nel territorio di Volturino in provincia di Foggia. Il tribunale amministrativo ha infatti rigettato il ricorso di Innogy Italia nei confronti del Comune interessato.

Come dichiarato anche da Ruggero Ronzulli, presidente di Legambiente Puglia, se da un lato “non possiamo arrestare la riconversione energetica del nostro paese che ha l’urgente necessità di abbandonare le fonti fossili”, dall’altro non si può negare la “necessità di ascolto dei territori in cui tali progetti vengono presentati”.

"Diviene pertanto di fondamentale importanza l’adozione di strumenti che siano in grado di coniugare le necessità dei territori a quelle del paesaggio e della riconversione energetica", ha concluso lui.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un Piano per evitare il fotovoltaico e l'eolico selvaggio: la proposta di Legambiente

LeccePrima è in caricamento