Martedì, 3 Agosto 2021
Politica

"Estate sicura 2012", un euro e tre linee per viaggiare in quattro comuni

Presentata, questa mattina, l'iniziativa promossa dall'assessorato provinciale ai Trasporti, dalle Fse e dai Comuni di Poggiardo, Ortelle, Santa Cesarea Terme e Castro che, durante i mesi estivi, saranno collegati da bus e treni

Un momento dell'incontro di questa mattina

LECCE  -  I comuni di Castro, Poggiardo, Ortelle e Santa Cesarea Terme  saranno uniti da una nuova mobilità all'insegna del minimalismo e della sobrietà. Quella economica, ovviamente. Tant'è che "meno feste, meno eventi e più trasporti" è sembrato il leit-motiv di questa nuova riorganizzazione che punta, a detta dei promotori, ad ottimizzare il servizio pubblico dei trasporti.  Non che debba divenire inefficace e intermittente, tutt'altro. Dal primo luglio è infatti partita l'iniziativa "Estate sicura 2012", promossa dalla Provincia di Lecce e dalle Ferrovie Sud Est, per fornire di tre linee, la rossa, la gialla e la blu, i quattro borghi adriatici -  e rispettive frazioni di Vaste, Vitigliano e Vignacastrisi-  di maggiori corse, su gomma e su ferro, fino al prossimo 31 agosto.

Lo scopo non è solo quello di agevolare la mobilità dei turisti,  che pure sono concentrati nelle zone del litorale adriatico, ma anche di salvaguardare l'incolumità di quei ragazzi non ancora patentati che, durante le sere di estate, montano sui propri motorini per raggiungere le marine. Con una griglia fatta di incastri, che sarà disponibile sul sito dell'ente provinciale, dei quattro enti locali e delle stesse Fse, diverrà ora possibile viaggiare al costo di un euro, su bus che aspetteranno - e saranno attesi - le coincidenze dei principali treni del Salento, come quelli compresi nella tratto che congiunge Lecce a Gagliano del Capo, connettendo i litorali all'entroterra e viceversa.

Alla presenza dei quattro sindaci dei rispettivi comuni, Daniele Cretì, Francesco Rausa, Alfonso Capraro, Giuseppe Colafati, dell'assessore provinciale ai Trasporti, Bruno Ciccarese e di uno dei dirigenti della società ferroviaria regionale, Enrico Lumaca, il nuovo piano è stato illustrato questa mattina, a Palazzo Adorno. Fino a sabato 7, praticamente per la prima settimana, sarà possibile viaggiare con alcuni biglietti omaggio, che saranno distribuiti nei quattro punti informativi. Totem, gazebo e uffici turistici sono stati messi a disposizione delle singole amministrazioni e rappresentano l'unico costo dell' iniziativa. Accollandosi una somma di 600 euro, ogni singolo municipio adriatico ha infatti contribuito alla promozione e gestione delle esigenze di turisti e autoctoni. L'onere totale, e finale, si aggira quindi attorno ai 2mila e 400 euro. Non un centesimo di più, ha assicurato l'assessore con delega ai Trasporti, Bruno Ciccarese, che ha voluto rimarcare il tassello aggiuntivo al già esistente servizio "Salento in Bus": "La Provincia di Lecce ha coordinato l'entusiasmo al quale hanno aderito i quattro primi cittadini che, nonostante il momento di ristrettezze economiche, hanno colto l'importanza di servizi essenziali, accettando la sfida. Ora ci aspettiamo che l'iniziativa si estenda anche ad altri comuni del tacco".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Estate sicura 2012", un euro e tre linee per viaggiare in quattro comuni

LeccePrima è in caricamento