Piano per il trasporto pubblico: la Provincia convoca i sindaci

L'ente chiamato a bandire la gara per l'affidamento dei servizi in scadenza nel 2018: i Comuni dovranno fornire i dati relativi alle linee urbane

LECCE - Il sistema di trasporto pubblico locale si avvia verso una fase di trasformazione. La Regione Puglia ha dettato le linee guida per una ridefinizione complessiva ed alla Provincia di Lecce tocca ora redigere il Piano di ambito del trasporto pubblico locale.

Preliminare e necessaria è la concertazione con le amministrazioni comunali, affinché il progetto sia formulato in modo omogeneo su tutto il territorio provinciale: a questo scopo il presidente Antonio Gabellone ha convocato questa mattina, presso Palazzo Adorno, i sindaci dei Comuni di Casarano, Galatina e Gallipoli.

Alla riunione era presente anche il consulente dell’ente di palazzo dei Celestini, il professor Stefano Ciurnelli, che ha fornito delle indicazioni utili a comporre il Piano di bacino. La prima fase del processo prevede l’acquisizione dei dati relativi al trasporto pubblico locale: i sindaci entro 15 giorni dovranno consegnare le informazioni richieste e relative a linee urbane, costi di esercizio, ricavi delle multe, estratti del bilancio consuntivo. La fase successiva prevede la stesura di un Piano urbano, di competenza dei singoli Comuni, completo di tutte le informazioni più importanti: quindi l’organizzazione delle linee e dei percorsi e le indagini a bordo che coinvolgono direttamente gli utenti, al fine di ottenere una radiografia esatta della qualità del servizio offerto.

L’obiettivo finale è la redazione del progetto complessivo di rete che deve integrare i singoli piani di trasporto urbano.  A quel punto si potrà decidere se proseguire attraverso un unico affidamento o dividere il piano di bacino su due lotti, uno urbano e l’altro extraurbano.

“La Provincia di Lecce, in qualità di organo di governo dell’Ato, sta procedendo alla ricostruzione dell’attuale configurazione e funzionamento delle reti dei servizi urbani, inclusi nella determinazione dei servizi minimi effettuata dalla Regione Puglia – ha spiegato il presidente Gabellone -. Stiamo quindi procedendo a tappe forzate verso il bando che, entro il mese di giugno 2018, stabilità i nuovi affidatari dei servizi di trasporto pubblico”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Riteniamo doveroso non perder tempo per rispettare con puntualità il mandato – ha aggiunto Gabellone - , sebbene ci siano alcuni aspetti da chiarire ancora con il governo di via Capruzzi, relativi in particolare al mantenimento dei livelli occupazionali ed all’uniformità del servizio su rotaia che deve coprire anche il Sud Salento: di questo ci occuperemo nel pomeriggio nel corso di un secondo incontro tecnico”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

  • Coronavirus: 50 nuovi in Puglia, 6 in provincia di Lecce. E un positivo al voto a Nardò

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento