Domenica, 1 Agosto 2021
Politica

Poggiardo, tavolo tecnico sui miasmi e nuovo sopralluogo all’impianto

Si continua a lavorare intensamente per la risoluzione dei problemi inerenti lo stato e gli odori della struttura di biostabilizzazione, in località Pastorizze. L'assessore De Santis: Vogliamo garantire la salubrità al territorio"

POGGIARDO - A seguito del tavolo tecnico, tenutosi in provincia il 28 agosto scorso, sulla questione dei miasmi provenienti dall’impianto di biostabilizzazione di Poggiardo, questa mattina si sono ritrovati, prima presso la sede del comune e poi presso la struttura in località Pastorizze, una delegazione, composta dal sindaco Giuseppe Colafati, dall’assessore all’ambiente Alessandro De Santis, dal geometra dell’ufficio tecnico comunale, Aldo Cossa, con l’assistenza dell’ingegnere ambientale Luigi Antonazzo, del comandante dei vigili urbani Maria Leone.

Con loro anche una delegazione della polizia provinciale, guidata dal comandante Arnò, una rappresentanza del dipartimento di prevenzione Asl, costituita dal dirigente Morea e l’ispettore Nocita, e una dell’Arpa Puglia con i tecnici Capoccia e Gennaio. Dopo aver avviato i lavori del tavolo tecnico presso il comune, le delegazioni si sono recate presso l’impianto di biostabilizzazione per un sopralluogo ispettivo a seguito del quale sono state rilevate le criticità sulle quali approfondire gli accertamenti.

L’appuntamento di oggi è il risultato di un’attività di monitoraggio e concertazione tra le varie istituzioni presenti, avviatasi dall’estate del 2011, e che ha visto passaggi importanti già nell’invernata scorsa, quando sono risultati conferimenti di materiale radioattivo presso l’impianto: una criticità affrontata dall’amministrazione comunale di Poggiardo con immediatezza e che, fortunatamente non desta preoccupazione più dal mese di aprile.

Riguardo invece al problema dei miasmi, l’amministrazione comunale ha sin dal mese di luglio sottoposto il problema alle altre istituzioni preposte alle attività di controllo e monitoraggio. In particolare, la polizia provinciale ha elevato nel mese di agosto contestazioni agli auto compattatori in coda presso l’impianto, l’Arpa Puglia, già a luglio, ha installato campionatori passivi per la ricerca di Voc (composti organici volatili) e di H2S (idrogeno solfarato).

“Sin da subito – afferma l’assessore all’ambiente del Comune di Poggiardo Alessandro De Santis - le tematiche ambientali, in particolare legate al sistema di smaltimento dei rifiuti sono state ritenute prioritarie dall’amministrazione comunale che ha affrontato con sollecitudine e puntualità il problema del mancato riconoscimento del ristoro socio-ambientale, ottenendo nel febbraio scorso, con il voto unanime dell’assemblea dell’AtoLe2, il riconoscimento del principio in base al quale detto ristoro spetta ai comuni sede di impianti di trattamento dei rifiuti  e per la quantificazione del quale si è in attesa delle determinazioni regionali, ovvero in alternativa di quelle giurisdizionali del Tar Lecce”.

“Allo stesso modo – prosegue - è stata affrontata la questione inerente la post gestione della vecchia discarica con  la convocazione di un incontro presso la Provincia di Lecce già nel mese di gennaio 2012, anche per la definizione dei costi ulteriori che devono essere suddivisi tra i vari comuni. Per quanto riguarda poi il problema dei miasmi posso assicurare che, da quando si è insediata questa amministrazione, il sindaco per primo non ha mai abbassato la guardia un solo giorno”.

L’attenzione continua e il lavoro intenso di queste settimane, secondo l’assessore, vuole garantire la “salubrità ambientale dei cittadini di Poggiardo” che “da anni convivono con le criticità e le emergenze legate al sistema di smaltimento dei rifiuti”: “Di ciò – conclude - ringrazio tutte le altre istituzioni che hanno partecipato al tavolo assicurando ulteriori forme di controllo e di rilevazione anche con strumenti tecnologicamente più avanzati con l’auspicio che da tale attività possano derivare le risposte per una definitiva risoluzione del problema, così come meritano i cittadini di Poggiardo e Vaste dopo anni di disagi”.

 

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Poggiardo, tavolo tecnico sui miasmi e nuovo sopralluogo all’impianto

LeccePrima è in caricamento