Martedì, 3 Agosto 2021
Politica

Notte della Taranta, tempo di bilanci: propositi del prefetto e ringraziamenti del sindaco

Giuliana Perrotta ha comunicato, in una note, la volontà di acquisire i dati relativi agli episodi negativi, per confrontarli con quelli della scorsa edizione. "Resti un Salento d'amare, non da bere". Soddisfazione e tanti ringraziamenti, da parte del primo cittadino di Melpignano

Il pubblico del concertone finale del 2014

LECCE – Anche il prefetto di Lecce non ha perso l’appuntamento della Notte della Taranta. Ma a quell’evento, ha fatto seguire una nota in cui si è detta in apprensione. Tanto da disporre, nelle prossime settimane,  l’acquisizione dei dati ufficiali sull'andamento della stagione e sugli episodi negativi, per raffrontarli con quelli dell'anno scorso in modo da avere elementi concreti da valutare con tutte le istituzioni per avere un "Salento d'amare e non da bere".  “Con preoccupazione crescente  ho guardato la piazza riempirsi fino all'inverosimile, e l'arrivo di gruppi di giovani, alcuni poco più che imberbi, con barilotti di vino a buon mercato sotto braccio.  Si sa la deformazione professionale mi fa vedere, in eventi come questo, tutti i pericoli e i rischi che una enorme concentrazione di persone, di cui buona parte predisposta allo sballo, può comportare”.

Queste le parole di Giuliana Perrotta la quale, pur avendo tirato un sospiro di sollievo per un maxi evento che si è concluso senza gravi conseguenze, ha aggiunto: “ La mia agitazione era solo in parte confortata  dal constatare  l'ottimo funzionamento della macchina organizzativa che risponde ogni anno, in maniera crescente  alle sollecitazioni e alle direttive che, come Prefettura, in sede di Commissione di vigilanza, abbiamo impartito, e i consistenti servizi degli organismi dello Stato, forze dell'ordine, vigili del fuoco e sanitari che in sede di Comitato per l'ordine e sicurezza pubblica abbiamo predisposto”. Ma le considerazioni, e il bilancio, sono ben altra cosa. “Il Salento, non é una novità, ha un fascino che ammalia e ha delle potenzialità nel settore turistico- culturale che vanno valorizzate, sostenute e pianificate. Compito delle forze politico- amministrative é programmare in maniera sistematica ed organica lo sviluppo che si intende imprimere al territorio, far convergere le risorse finanziarie e umane che possano realizzare un cambio di tendenza al modo di fare turismo seguito finora, e coordinare la rete dei soggetti attuatori del programma. Tutto si può fare purché si parta da un presupposto imprescindibile: che non esiste sviluppo senza legalità”.

Tempo di consuntivi anche per il sindaco di Melpignano, Ivan Stomeo, che ha ringraziato tutti gli “attori” protagonisti dello spettacolo del concertone della Notte della Taranta” per il successo dello spettacolo. Non ha risparmiato nessuno: dai cantanti, ai musicisti, al direttore della Fondazione, agli ospiti e al maestro Sollima. Passando anche dall’ospitalità dei suoi concittadini, alle forze dell’ordine, alla prefettura leccese, e alla questura. “Un ringraziamento lo dobbiamo anche alla ditta incaricata per lo smaltimento dei rifiuti, alla Croce rossa, al servizio 118, all’Anas e alla Protezione civile. L’intera macchina amministrativa del Comune di Melpignano si mette a disposizione del “Concertone”, per questo motivo un ringraziamento che non è per nulla retorico, a tutti i dipendenti, in particolare agli operai del Comune, all’ufficio tecnico e ai nostri vigili urbani, e ai ragazzi di Ecofesta Puglia”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Notte della Taranta, tempo di bilanci: propositi del prefetto e ringraziamenti del sindaco

LeccePrima è in caricamento