Politica

Poli Bortone fuori da Fratelli d'Italia: "Fa rivivere il patto del Nazareno"

Il partito guidato da Giorgia Meloni ha deciso per la sospensione e il deferimento della candidata alla presidenza della Regione Puglia. Ad annunciarlo il capogruppo alla Camera, Fabio Rampelli. La replica: "Siamo alle comiche finali"

LECCE – Adriana Poli Bortone, candidata alla presidenza della Regione Puglia con la coalizione formata da Forza Italia, “Noi con Salvini”, Partito Liberale e Puglia Nazionale, è stata sospesa da Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale. La sua posizione sarà esaminata nelle prossime settimane dalla commissione dei probi viri del partito guidato da Giorgia Meloni.

Lo ha dichiarato l’onorevole Fabio Rampelli, capogruppo alla Camera dei deputati, nel comitato elettorale leccese di Pierpaolo Signore, candidato al consiglio regionale: “La candidatura di Adriana Poli Bortone fa rivivere il patto del Nazareno – ha detto l’esponente di Fdi An – e in questo modo Berlusconi favorisce Renzi ed Emiliano”.

Rampelli ha ricostruito la cronologia delle vicende politiche degli ultimi due mesi, ricordando il ruolo di protagonista interpretato dall’ex sindaco di Lecce – che di Fratelli d’Italia era fino a ieri membro dell’Ufficio di presidenza – nella selezione e nell’affermazione della candidatura di Francesco Schittulli, per il quale si è spesa in prima persona perorandone la causa direttamente con Silvio Berlusconi.

Se il quadro è poi mutato e precipitato, ha spiegato Rampelli, è per “ragioni meramente partitocratiche” tutte interne a Forza Italia, con riferimento alla nota divergenza tra Raffaele Fitto e il presidente del partito rispetto alla linea politica nazionale e alla riorganizzazione del gruppo dirigente. Nel resoconto fatto ai cronisti dal deputato, l’accettazione da parte di Adriana Poli Bortone dell’investitura ricevuta dall’ex Cavaliere su proposta dell’allora commissario, oggi segretario regionale, Luigi Vitali, è stata poi ridimensionata in una pausa di riflessione in attesa delle determinazioni del partito di Giorgia Meloni.

E l’Ufficio di presidenza, al quale la stessa Poli Bortone non ha partecipato, non ha ritenuto opportuno, anche dopo aver sentito il parere della Consulta regionale, venir meno alla parola data a Schittulli, di cui Fdi è stata il primo sponsor a livello regionale. Il conseguente invito inoltrato alla senatrice di respingere la proposta di Forza Italia è stato ignorato e da qui – ha concluso Rampelli – il passo verso la sospensione di Adriana Poli Bortone che, di fatto, è già fuori dal partito. 

La replica: "Siamo alle comiche finali".

Del resto lo ha confermato lei stessa con una breve nota stampa di replica: "“Finalmente si conosce in Puglia il programma di Fratelli d’Italia, e lo si fa per bocca di Rampelli, che in Aula chiede le dimissioni di Alfano e in Puglia va a braccetto come alleato. Mi fa anche piacere che finalmente abbiano trovato il tempo per leggere lo statuto del partito, al quale dal primo aprile io e tantissimi altri non siamo più iscritti. Siamo alle comiche finali. Comunque faccio i miei migliori auguri a Fratelli d’Italia per la nuova coalizione di centro”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Poli Bortone fuori da Fratelli d'Italia: "Fa rivivere il patto del Nazareno"

LeccePrima è in caricamento