rotate-mobile
Venerdì, 12 Aprile 2024
I commenti

La candidata in pectore ringrazia il consigliere: “Gesto di responsabilità”

Dopo la decisione di Pagliaro di farsi da parte, Adriana Poli Bortone sembra a un passo dall’investitura come candidato sindaco del centrodestra. Marti commenta con prudenza: “Ora si chiuda il cerchio su un nome che possa donare emozioni ed entusiasmo”

LECCE – La decisione di Pagliaro, figura gradita a Fratelli d'Italia, di ritirare la sua disponibilità dalla terna delle candidature sul tavolo del centrodestra per le amministrative leccesi di giugno, ha aperto la strada all’investitura di Adriana Poli Bortone.

Salvo clamorose sorprese, dunque, sarà lei la portabandiera delle coalizione in cerca di rivincite dopo le sconfitte del 2017 e del 2019 (tornata nella quale corse come esponente di un terzo polo in alternativa ai due principali). L'altra opzione era quella sponsorizzata dall'area leghista che portava dritta a Ugo Lisi.

La diretta interessata ha accolto la diffusione pubblica del “passo a lato” del consigliere regionale con parole di gratitudine, ma con una prima proiezione già ai temi della campagna elettorale: “Abbiamo dato in tre  la disponibilità con l’intento comune  di riportare la città ad una condizione di migliore vivibilità con grande attenzione alle categorie del commercio, dell’industria, dell’artigianato, delle professioni, dei cittadini più fragili e in condizioni di disagio economico e sociale, dei giovani, delle donne e di  tutti quei cittadini che hanno subito e subiscono una mancanza di attenzione nei loro riguardi, esclusi come sono sistematicamente da ogni forma di partecipazione attiva”.

“Ringrazio molto Paolo Pagliaro per il gesto di responsabilità politica e per le belle parole che ha inteso avere nei miei riguardi – ha aggiunto la già sindaca di Lecce dal 1998 al 2007 -, ma mi piace sottolineare la volontà comune di aver consapevolmente assunto tutti e tre insieme l’unità del centrodestra come valore. È dunque ormai compito del tavolo nazionale assumere le decisioni che vorrà prendere dopo aver valutato attentamente la situazione. Obiettivo mio, di Pagliaro e Lisi è di dare alla città una nuova amministrazione, più attenta alle esigenze della quotidianità dei cittadini e capace di saper progettare in grande con l’ausilio delle altre istituzioni, a partire dal governo nazionale che sta dimostrando finalmente attenzione per il nostro Sud”.

Anche il deputato Saverio Congedo, che nel 2019 fu il candidato ufficiale del centrodestra contro Salvemini, ha lodato la decisione di Pagliaro:  “Il suo apprezzabile gesto, infatti, porrà certamente fine allo stallo che si era creato, sbloccando la situazione e consentendo al centrodestra di individuare nelle prossime ore il candidato sindaco che guidi la coalizione alla vittoria. È ora di offrire ai leccesi la giusta alternativa al malgoverno della sinistra”.

Alessandro Colucci, deputato e commissario per Lecce di “Noi Moderati”, movimento che aveva indicato nella figura di Pagliaro la migliore candidatura possibile: “Paolo Pagliaro, col suo ‘passo di lato’ ha consentito al Centrodestra di compierne uno molto grande in avanti. Credo che il suo gesto, che dimostra grande serietà e responsabilità politica, meriti il plauso di tutta la coalizione”.

Anche senatore della Lega Roberto Marti, principale sostenitore di Ugo Lisi, ha espresso apprezzamento per la scelta di Pagliaro che giudica più che altro una presa d'atto, ma non sembra considerare del tutto scontata la questione della candidatura: “Un plauso a Paolo Pagliaro che con consapevolezza politica ha ben interpretato l’esigenza di uscire,  per il bene della città, da uno stato di stallo. Apparentemente un passo al lato personale, quello compiuto da Pagliaro, che in realtà ha permesso alla coalizione di fare un grande salto in avanti. Da parlamentare non posso che ringraziare Pagliaro per l’analisi fatta e coinvolgere tutti i partiti affinché nelle prossime ore si chiuda il cerchio sul nome che possa guidare la coalizione in modo compatto in campagna elettorale  e che possa donare emozioni ed entusiasmo agli elettori da troppo tempo orfani di un progetto realmente condiviso”.

Paride Mazzotta, presidente del gruppo consiliare di Forza Italia e coordinatore provinciale di Lecce, sembra fiducioso per l'esito finale delle amministrative: “A Lecce il centrodestra ha tutte le carte in regola per vincere e amministrare la città ed è per questo che mi auguro che il tavolo nazionale individui il candidato sindaco a strettissimo giro, consentendoci di partire con la campagna elettorale. In questo quadro, non possiamo non registrare la maturità politica del collega Paolo Pagliaro, che ha fatto un passo di lato pur di agevolare la scelta e accelerare i tempi a beneficio della coalizione, ma anche della città: i leccesi ci chiedono di vincere e chiudere una pagina a trazione centrosinistra e per farlo dobbiamo avere una proposta. I nomi in campo sono tutti rappresentativi e credibili: attendiamo con fiducia”.

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La candidata in pectore ringrazia il consigliere: “Gesto di responsabilità”

LeccePrima è in caricamento