Giovedì, 24 Giugno 2021
Politica

Poli Bortone e Scorrano rilanciano sull'incarico per l'ufficio di piano

Nota dei due consiglieri di minoranza dopo la replica di Lecce Città Pubblica

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

LECCE - I consiglieri di minoranza Adriana Poli Bortone e Gianpaolo Scorrano replicano di seguito alla nota di Lecce Città Pubblica che aveva difeso l'assessore all'Urbanistica, Rita Miglietta, dall'ombra del presunto conflitto di interessi lanciata dai due esponenti del centrodestra leccese.

"Leggiamo con stupore la nota a firma dei tre consiglieri salveminiani, contenente l’accusa di aver “sprecato un milione e 200mila euro di consulenze sul Pug”, e prima di assumere posizioni decisionali chiediamo loro di dimostrare per tabulas la spesa per il Pug dell’amministrazione Poli e le presunte mancanze del consigliere Scorrano nel segnalare la carenza di documenti del Pug nella consiliatura Perrone".

"Ricordiamo poi, che nelle precedenti amministrazioni cittadine la minoranza di sinistra, e Salvemini per primo, esercitavano un controllo-denuncia quotidiano sugli atti del consiglio comunale, sino a postare gli argomenti amministrativi in sedi ben diverse da quella politica. Non si comprende, dunque, come possano oggi alzare gli scudi nei confronti di chi adopera quello stesso metro e quella stessa lente di ingrandimento da loro largamente adoperata". 

"Tuttavia, noi intendiamo rimanere nell’alveo del dibattito squisitamente politico, come dovrebbe essere da parte di un’opposizione seria, documentata e responsabile. Se questa maggioranza 'trasparente' ritiene di non dover dare risposte altrettanto serie e documentate, prosegua pure con il suo modus operandi ricco di criticità; ma se fra una delibera e  l'altra trova il tempo di rispondere, chiarisca perché vengono annullate e riproposte determine di incarichi, perché negli uffici del Piano si inserisce subito una collega di università assidua co-progettista con l’assessore all’urbanistica, perché si attinge ad una short list limitata al Parco di Rauccio e non alla short list comprensiva di tutte le professionalità, perché si fanno  protocolli con Area Sud per assegnare sedi a solo 14 associazioni. E potremmo proseguire". 

"In attesa che anche i consiglieri di maggioranza vogliano soddisfare le stesse nostre curiosità, continueremo a documentarci sugli atti dell’amministrazione 'trasparente' ed attendiamo documentazione precisa dai tre consiglieri difensori d’ufficio". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Poli Bortone e Scorrano rilanciano sull'incarico per l'ufficio di piano

LeccePrima è in caricamento