Sabato, 19 Giugno 2021
Politica

Rispetto del paesaggio e turismo in tutte le stagioni: l’accordo piace al mondo politico

La strada indicata in prefettura per il mantenimento delle strutture balneari anche dopo il 31 ottobre convince i rappresentanti istituzionali. I commenti di Teresa Bellanova, Michele Emiliano Loredana Capone, Antonio Gabellone e Salvatore Capone

LECCE – Dal mondo politico commenti positivi all’accordo firmato oggi in prefettura che apre una strada al mantenimento delle strutture balneari anche nel periodo invernale.

“Sono convinta – ha detto Teresa Bellanova - che quanto condiviso oggi in prefettura sia il modo migliore perché la questione dei lidi balneari possa essere affrontata e risolta, e soprattutto perché tutte le esigenze vengano adeguatamente contemperate”.

“In questa direzione personalmente mi ero già confrontata con il ministero dei Beni culturali e del Turismo e con il ministro Franceschini, sottolineando contemporaneamente le giuste esigenze delle imprese con quella di tutela e salvaguardia del paesaggio. Non a caso nei giorni scorsi avevo parlato della necessità di un patto virtuoso tra tutte le parti, istituzionali e private”.

“Mi auguro dunque che quanto deciso oggi e la Conferenza dei servizi in calendario nella prossima settimana, possano essere il viatico migliore per una soluzione non effimera della questione. Tutti noi sappiamo come il turismo, anche quello balneare, possa essere una punta di diamante in un nuovo modello di sviluppo territoriale. Allo stesso tempo perché si possa innescare una dinamica concreta di sviluppo è necessario che proprio le imprese turistiche abbiano a cuore le esigenze di tutela paesaggistica. Solo così rafforzeremo un segmento strategico, garantendo prospettive concrete di futuro”.

Sulla stessa lunghezza d’onda Salvatore Capone: “L’incontro svoltosi oggi in prefettura e l’accordo interistituzionale siglato alla fine con l’obiettivo di costruire le condizioni per consentire l’apertura annuale ai Lidi Balneari – ha commentato il deputato del Pd - vanno nella direzione auspicata, in coerenza con l’esigenza già manifestata, ancora una volta nei giorni scorsi, al Ministro Franceschini e agli Uffici del ministero”.

“E’ interesse di tutti costruire le condizioni per un governo della questione tale da contemperare esigenze delle imprese, esigenze di tutela e salvaguardia territoriale, diritto dei cittadini di poter fruire della bellezza del paesaggio. E in questa direzione era già manifesto il mio impegno e quello della sottosegretaria Bellanova”.

“Nuovamente oggi gli imprenditori hanno ribadito di essere i primi a voler tutelare il paesaggio. Ebbene adesso potranno tranquillamente dimostrarlo nella consapevolezza che solo la tutela e la salvaguardia territoriale, insieme all’erogazione di servizi di alta e altissima qualità, rappresentano il vero valore aggiunto del nostro turismo. A maggior ragione in un momento come l’attuale in cui si è avviato con le migliori premesse il confronto sulla costituzione del distretto turistico salentino ”.

“Un passo importante è stato compiuto - ha detto il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano -. Adesso siamo pronti a portare le istanze del territorio in Conferenza dei Servizi. Lo facciamo compatti e con un obiettivo comune: responsabilizzare gli operatori balneari mettendoli, però, nelle condizioni di rispondere ad una domanda turistica che è sempre più ‘all season’. Perché il tema della tutela del paesaggio è un tema di prioritaria importanza per la Regione Puglia ma lo è anche la prospettiva di beneficio economico che un turismo destagionalizzato porterebbe ad una regione, come la nostra, che ha tutte le carte in regola per attrarre visitatori in ogni giorno dell’anno”.

“Oggi – ha aggiunto l’assessore regionale allo Sviluppo economico Loredana Capone – è stato suggellato un patto strategico che, non soltanto vede le istituzioni al fianco degli operatori balneari, ma esorta questi ultimi a diventare costruttori di buone prassi e, dunque, garanti della tutela del territorio. Un patto fiduciario che unisce gli intenti e, al contempo, consentirà alle imprese, con procedure più facili e veloci, di lavorare più mesi l’anno con la garanzia di maggiore qualificazione dell’offerta e del mantenimento dei livelli occupazionali”.

Soddisfatto anche il presidente della Provincia, Antonio Gabellone:  “Presto sarà realtà uno svolgimento di attività balneari anche al di fuori della stagione estiva, sempre più bella e lunga nel nostro Salento, tanto da consentirci oramai di fare economia e turismo 7-8 mesi all'anno. L'accordo interistituzionale che è stato siglato oggi in prefettura rappresenta un passaggio fondamentale in questa direzione, nel rispetto delle prerogative del nostro ambiente, delle nostre coste e della indissolubilità del paesaggio salentino, che sarà tutelato e preservato. Nessuna economia o nessun turismo selvaggio, ma il lavoro operoso e produttivo dei nostri imprenditori e balneari che sono i primi sostenitori e tutori del nostro mare e del nostro ambiente”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rispetto del paesaggio e turismo in tutte le stagioni: l’accordo piace al mondo politico

LeccePrima è in caricamento