menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
In foto: da sinistra Cucinotta, Capone, Salvemini e Zacheo

In foto: da sinistra Cucinotta, Capone, Salvemini e Zacheo

Polizia locale, avamposto della sicurezza: inaugurata la scuola di formazione professionale

Taglio del nastro e cerimonia alla presenza delle istituzioni e delle autorità militari. Il prefetto Cucinotta: "Riusciremo ad aumentare la percezione di sicurezza dei cittadini"

LECCE - Taglio del nastro per la nuova scuola di formazione della polizia locale. La cerimonia d’inaugurazione si è tenuta questa mattina nel Comando di viale Rossini, alla presenza di numerose autorità civili, militari e delle istituzioni locali.

Tra gli altri erano presenti Carlo Salvemini, sindaco di Lecce, Maria Teresa Cucinotta, prefetto di Lecce, Antonio Maruccia, procuratore generale presso la Corte d'Appello di Lecce, Donato Zacheo, comandante della polizia locale di Lecce, Antonio Nuziante, vicepresidente della Regione Puglia, Loredana Capone, assessore regionale.

“L’inaugurazione è una risposta importante ad una concreta esigenza, avvertita da tutti gli operatori di polizia – ha commentato Zacheo -: i corsi di formazione, i primi destinati agli ispettori, ci permetteranno di compiere un salto di qualità per essere sempre all’altezza dei delicati compiti che la cittadinanza ci chiede di svolgere. Aprire una scuola è una scelta lungimirante perché rappresenta un investimento sul futuro e di questa decisione bisogna dire grazie alla Regione Puglia”.

Gli operatori della Polizia locale potranno quindi contare su un aggiornamento professionale costante, utile anche agli avanzamenti di carriera, grazie alla scuola costituita con la delibera della giunta regionale.

"Abbiamo aggiunto un tassello alle politiche per la sicurezza integrata e partecipata – ha chiosato il prefetto Cucinotta -. Nel corso degli anni alla polizia locale sono state richieste prestazioni aggiuntive e ulteriori specializzazioni utili a presidiare con più efficacia il territorio. Questa scuola garantire una formazione costante e un aggiornamento che non è più rinviabile, utile a valorizzare il ruolo e la figura dell’agente di polizia locale”.

“Siamo convinti di poter così realizzare un servizio più vicino ai bisogni dei cittadini e capace di aumentare la percezione generale di sicurezza”, ha concluso il prefetto.

“La legalità non è repressione, ma garanzia di rispetto dei valori sociali – ha ricordato Antonio Maruccia, procuratore generale presso la Corte d’Appello di Lecce -. Dev'essere quindi intesa come un’occasione per sottrarre le persone alla lusinga dei facili guadagni, promessi dalla criminalità organizzata. Il vigile urbano è l’avamposto delle istituzioni e come tale ha un ruolo fondamentale nel sistema della sicurezza”.

Grande soddisfazione per il risultato raggiunto è stata espressa anche dai due rappresentanti della Regione Puglia, Loredana Capone e Antonio Nunziante, e dal primo cittadino di Lecce, Carlo Salvemini.

Alla cerimonia erano presenti numerose personalità di spicco, tra le quali il procuratore generale di Lecce, Vincenzo Maruccia; i procuratori capo di Lecce e Brindisi, Leonardo Leone De Castri e Antonio De Donno; il procuratore aggiunto di Lecce, Guglielmo Cataldi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento