Martedì, 3 Agosto 2021
Politica

"Ponti e week-end lunghi, cresce la Lecce turistica"

Dopo la "Notte Bianca" si iniziano a tirare le prime somme sull'accoglienza in città, in attesa dei numeri ufficiali dell'Apt. Per l'assessore Alfarano "I leccesi sanno fare turismo". Entusiasta Lisi

Visitatori presso gli stand sotto Palazzo Carafa, durante la "Notte Bianca".

A Palazzo Carafa gongolano un po' tutti, in attesa dei numeri ufficiali. Anche se "non è soltanto questione di numeri, che pure sono importanti, e gli operatori lo sanno bene", come sottolinea l'assessore al Turismo Massimo Alfarano. "In attesa delle cifre che ci perverranno con puntualità dall'Apt di Lecce - aggiunge, avvertiamo il dovere civico di intervenire sul successo che ha riscosso il primo ponte festivo nella città di Lecce per complimentarci con tutti gli operatori del settore". Lecce città a vocazione turistica, dunque, che in questi giorni ospita molti visitatori. La "Notte Bianca" è stata il fiore all'occhiello, ma qualche problema nasce oggi con lo sciopero dei netturbini per un problema ormai atavico (https://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=7778). Insomma, c'è anche un conto da pagare e che si presenta proprio al termine della grande serata.

Lecce sporca, dunque, anche se il resto sembra che abbia funzionato abbastanza bene. "Chi viaggia sa bene quanto sia importante la qualità dell'accoglienza che devono avvertire i turisti in termini di servizi e di empatia con il territorio. Tanto sta meglio un turista - dice Alfarano -, quanto più si sente a casa. In questi giorni di festa mi è capitato, in più di un'occasione, di passeggiare nelle strade affollate della città e di ascoltare i commenti lusinghieri dei visitatori in termini di bellezza dei luoghi, di qualità dei servizi e dei prezzi dei medesimi. Credo che stiamo sulla buona strada: i leccesi sanno fare turismo. Ho sempre ritenuto fondata l'osservazione in base alla quale è molto importate il rapporto tra qualità e prezzo nell'erogazione dei servizi turistici. Non v'è ombra di dubbio - prosegue - che stiamo andando nella giusta direzione, poiché, offriamo un'alta qualità a prezzi concorrenziali. La "Notte Bianca" è stata, semplicemente, la ciliegina sulla torta di una tre giorni che, ad occhio nudo, ci appare ampiamente soddisfacente. Nelle prossime edizioni dovranno essere coinvolti gli operatori commerciali in maniera ancor più integrata per rendere l'evento un autentico esempio di co-progettazione".

"Adesso occorre proseguire nella stessa direzione di marcia tracciata in questo ponte festivo a cominciare già dal prossimo fine settimana che coinciderà con il primo maggio. Bisogna essere in grado di trasformare le fortunate coincidenze che ci mette sul vassoio il calendario in altrettante opportunità di impresa. Certo, la nostra città, può e deve migliorare in tutti quei momenti che precedono e che seguono l'accoglienza del turista. È una questione di organizzazione che dobbiamo anche ai nostri concittadini. Ma abbiamo la fiduciosa speranza di ritenere che qualche evidente neo - conclude l'assessore - sia soltanto un semplice passo accidentato lungo un percorso ampiamente tracciato all'insegna della crescita e dello sviluppo del settore".

Addirittura entusiasta è il deputato del Pdl Ugo Lisi, che descrive la "Notte Bianca" come "un grandissimo evento che ha visto protagonista assoluta per un'intera notte la città capoluogo. La seconda edizione della Notte Bianca, egregiamente organizzata dall'amministrazione comunale di Lecce e da tanti sponsor salentini, conferma, ancora una volta, la forte vocazione all'accoglienza della nostra città, capace di coinvolgere le tre province del Grande Salento. La totalità del nostro territorio si è stretto, per un'intera notte, intorno alla città di Lecce, in una grandissima festa popolare che ha saputo coinvolgere l'intera rete commerciale che ne ha tratto indubbi benefici economici e che ha garantito lo svolgimento di una manifestazione difficilmente dimenticabile che si è protratta fino alle primissime ore dell'alba. Il capoluogo - conclude Lisi - ha dato dimostrazione per l'ennesima volta di essere capace di richiamare tra le sue strade un pubblico vasto ed eterogeneo inserendolo in un contesto di promozione del territorio unico".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ponti e week-end lunghi, cresce la Lecce turistica"

LeccePrima è in caricamento