menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Porto Miggiano, dall'alto

Porto Miggiano, dall'alto

Porto Miggiano, il sindaco: “Solo consolidamento del costone”

Il primo cittadino di Santa, Daniele Cretì, chiarisce che i lavori in zona Spiaggetta, a Porto Miggiano, riguardino il consolidamento del costone roccioso e la sua messa in sicurezza. Infondate accuse di nuovi interventi edilizi

PORTO MIGGIANO - Nessuna speculazione, ma solo lavori che “riguardano esclusivamente il consolidamento e la messa in sicurezza del costone roccioso in Santa Cesarea Terme, presso l’insenatura della località Porto Miggiano, zona Spiaggetta”. Il sindaco del comune salentino, Daniele Cretì, fa le proprie precisazioni in quella che è “la campagna di stampa” riguardante Porto Miggiano.

A fronte della “pericolosità del sito”, Cretì ricorda la valenza dell’ordinanza sindacale del 25 settembre 2008: “L’area in questione – specifica – risulta attualmente classificata nel Pai (Piano di assetto idrogeologico), come a pericolosità geomorfologica molto elevata e a rischio molto elevato”. In base agli studi condotti per il progetto di consolidamento presenta una tipologia di “potenziale dissesto” (crolli, distacchi repentini di blocchi rocciosi, anche di rilevanti dimensioni, da falesia) chiaramente “pregiudizievole in rapporto alla pubblica incolumità”.

“I lavori – spiega Cretì – vengono eseguiti dal Comune e sono di natura pubblica e non prevedono costruzioni di alcun genere in quanto sono finalizzati esclusivamente a rendere sicura un’area destinata alla pubblica e libera balneazione, che tale rimarrà alla conclusione dei lavori”. Il sindaco informa del fatto che l’intervento sia stato concepito nel “pieno rispetto dei peculiari caratteri paesaggistici ed ambientali del sito e sono stati conseguiti tutti i prescritti pareri di legge, compresa la valutazione d’incidenza e d’impatto ambientale”.

Daniele Cretì-4-2Il primo cittadino trova in tal senso “inspiegabile” la campagna mediatica contro un intervento di pubblica utilità, che renderà fruibile e balneabile l’area per un ventennio. Per questo, annuncia l’intenzione dell’amministrazione di tutelarsi per il danno d’immagine nei confronti di chi ha profuso notizie “false, tendenziose e destituite da ogni fondamento”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Tregua domenicale, 584 i casi positivi. Lopalco "sfiduciato" dalla Lega

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento