Potenziamento rete idrica. Presto meno disagi per acqua e luce a Torre Lapillo

Il Comune di Porto Cesareo ha dato il via libera al progetto esecutivo di Aqp da un milione e 200 mila euro per una nuova condotta

PORTO CESAREO – Un passo decisivo per frenare i disagi relativi alla fornitura dell’acqua lungo la dorsale di Porto Cesareo e in particolare della marina di Torre Lapillo soprattutto in vista dell’incremento demografico del periodo estivo. Il potenziamento della rete idrica sarà presto una realtà, grazie ad un finanziamento regionale di 1 milione e 200 mila euro, che permetterà di realizzare una nuova condotta che consentirà finalmente di arginare i problemi della carenza di acqua già dalla prossima stagione estiva. E oltre alle problematiche sull’approvvigionamento idrico presto altri interventi consentiranno di migliorare anche la fornitura elettrica in diverse zone della cittadina cesarina e della frazione di Torre Lapillo. Ma il nodo principale è stato, da tempo immemore, quello della risoluzione della distribuzione idrica legata all’eccezionale flusso turistico e che interessa anche molti dei residenti.         

Problematica che l’amministrazione comunale di Porto Cesareo ha più volte segnalato direttamente all'acquedotto pugliese che nell'ambito delle sue competenze ha predisposto un progetto per una nuova condotta che interesserà l'abitato di Torre Lapillo, per un importo complessivo di un milione e 200 mila euro, già trasmesso al Comune. E nella giornata di ieri la giunta comunale, retta dal sindaco Salvatore Albano, ha provveduto alla relativa presa d’atto che determinerà a breve l’esecuzione degli interventi previsti nel relativo progetto. “Registriamo un’importante passo in avanti” dice il primo cittadino Albano, “in seguito alle segnalazioni che abbiamo inoltrato ai dirigenti dell’acquedotto e al presidente della Regione, Michele Emiliano. Il progetto ora dovrà essere appaltato da Aqp. Per quanto riguarda invece l'energia elettrica, sempre per ovviare ai disagi della scorsa estate, è stata costruita una nuova cabina in località Torre Lapillo, mentre in questi giorni si sta valutando con i tecnici Enel, di cui aspettiamo la proposta, la costruzione di una nuova cabina elettrica presso lo scalo d'alaggio. Mi auguro che i problemi che si sono verificati gli anni passati non si ripresentino, per evitarlo ci spenderemo facendo il possibile”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il progetto esecutivo per il potenziamento idrico  prevede la realizzazione di una nuova condotta adduttrice  per Torre Lapillo con origine a Boncore, che avrà un duplice fine: risolvere le criticità in ordine all'alimentazione idrica estiva nell'abitato di Torre Lapillo e dello stesso abitato di Porto Cesareo, verso cui potrà essere destinata ulteriore parte dell'acqua convogliata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

  • Coronavirus: 50 nuovi in Puglia, 6 in provincia di Lecce. E un positivo al voto a Nardò

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento